Como, sequestrati 650 capi d’abbigliamento contraffatti: una denuncia

Lombardia

La guardia di finanza ha scoperto la merce in un appartamento in via Tommaso Grossi. L’operazione è scattata quando i militari hanno notato un 50enne che, accortosi del loro arrivo, ha abbandonato un borsone al cui interno c’erano 12 giubbotti 

La guardia di finanza di Como ha scoperto e sequestrato 650 capi d'abbigliamento e accessori, tra cui giubbotti, jeans, maglie, sciarpe, cappelli e scarpe con marchio contraffatto dei più noti brand. La merce, il cui valore commerciale si aggira intorno ai 30.000 euro, era custodita all’interno di un appartamento in via Tommaso Grossi.

La denuncia

L’operazione è scattata quando i finanzieri hanno notato un cittadino senegalese di 50 anni che, accortosi del loro arrivo, ha abbandonato un borsone contenente 12 giubbotti e si è nascosto all'interno di un bar. L’uomo, residente nella stessa via dell’appartamento in cui è stata trovata la merce, ha diversi precedenti, tra cui resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e lesioni personali. È stato denunciato per ricettazione, commercio di prodotti falsi e permanenza irregolare sul territorio nazionale in quanto privo di permesso di soggiorno.

Milano: I più letti