Sequestrata una tonnellata di alimenti non sicuri nel Comasco

Lombardia
Foto di archivio

La merce, in vendita in due negozi di prodotti di provenienza estera, era priva di etichettatura in lingua italiana. In alcuni casi, non erano riportati nemmeno gli ingredienti contenuti. Ai due titolari sono state elevate sanzioni 

La guardia di finanza di Olgiate Comasco ha sequestrato oltre una tonnellata di generi alimentari non sicuri e privi delle informazioni essenziali da fornire ai consumatori, pronti per finire sulle tavole in occasione delle festività. La merce, in vendita in due negozi di alimenti di provenienza estera fra Lonato e Mozzate (Como), era priva di etichettatura in lingua italiana: la normativa impone infatti l'obbligo di fornire al consumatore "informazioni precise, chiare e facilmente comprensibili" e, ovviamente, nella "lingua dello Stato in cui l'alimento è commercializzato".

Etichette senza ingredienti contenuti

In alcuni casi, le Fiamme Gialle hanno accertato che sull’etichetta dei prodotti sequestrati non erano riportati nemmeno gli ingredienti contenuti, non consentendo quindi di individuare la presenza di allergeni o di altre sostanze potenzialmente dannose. Ai titolari dei due esercizi sono anche state elevate sanzioni.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24