Busto Arsizio, aggredì l'ex con l'acido: respinta la richiesta di patteggiamento

Lombardia

Ora un nuovo giudice sarà chiamato a decidere se si andrà a dibattimento o se si svolgerà il processo con il rito abbreviato, richiesta formulata oggi in subordine dal legale della donna

Il Gup di Busto Arsizio ha respinto la richiesta di patteggiamento a cinque anni per Sara Del Mastro, la donna di 38 anni che il 7 maggio scorso a Legnano ha aggredito con l'acido l'ex fidanzato, Giuseppe Morgante di 30 anni, sfigurandogli il volto. Alla richiesta si è opposto l'avvocato di parte civile, Domenico Musicco. "Il giudice ha detto che la pena non era congrua", ha spiegato il legale. A sorpresa la 38enne si è presentata in aula, con il cappuccio tirato sul volto per non farsi fotografare. L'udienza preliminare è fissata per il 14 gennaio. Ora un nuovo giudice sarà chiamato a decidere se si andrà a dibattimento o se si svolgerà il processo con il rito abbreviato, richiesta formulata oggi in subordine dal legale difensore della donna, Piepaolo Proverbio.

La vittima: "Mi sono messo di spalle, non volevo vederla"

Anche Morgante era presente in aula. È entrato nella medesima aula dopo un lungo sospiro, con la benda sull'occhio offeso e la pelle ancora arrossata dall'impatto con il liquido corrosivo. "In aula lei rideva, o sogghignava, non lo so - ha affermato il 38enne -. Non l'ho guardata, mi sono messo di spalle apposta perché non volevo nemmeno vederla". Dopo la decisione del Gup, l'uomo ha commentato: "Sono soddisfatto, ora vedremo il processo". Sua madre, rimasta fuori come da prassi, ha affermato, riferendosi alla 30enne: "Con che coraggio viene qui? Noi non possiamo entrare e mio figlio deve stare nella stessa stanza di quella persona che non voglio chiamare donna".

Milano: I più letti