Lettera minatoria a consigliera FdI Lombardia: "Muori amica dei cacciatori"

Lombardia
Foto di archivio (ANSA)

Destinataria della missiva è Barbara Mazzali per le sue posizioni favorevoli alla caccia. "Una intera pagina piena di insulti, in prevalenza a sfondo sessuale con dettagli raccapriccianti, infamanti e sessisti ma il mio lavoro continuerà con più forza", la sua risposta

Una lettera contente minacce di morte è stata recapitata alla consigliera della Regione Lombardia Barbara Mazzali, esponente di Fratelli d’Italia, per le sue posizioni a favore della caccia. "Vorremmo solo vederti morta dopo mesi di sofferenze, saperti sotto terra mangiata dai vermi", è una delle frasi contenute nella missiva e riportata dalla consigliera mantovana nel comunicato stampa con cui ha denunciato l’accaduto. "Vengo attaccata in quanto 'viscida schifosa' amica dei 'bastardi cacciatori’, scrive Mazzali. "Tutto questo - continua - in una intera pagina piena di insulti, in prevalenza a sfondo sessuale con dettagli raccapriccianti, infamanti e sessisti". Nella nota viene riferito che il timbro postale della lettera è di Roserio (Milano) e la data è del 3 dicembre 2019.

"Sentimento di paura e impotenza"

"Mi sono rivolta al Questore - spiega Mazzali - nella speranza che venga trovato l'autore della lettera e nella convinzione che tutte le violenze, soprattutto quelle contro le donne, vadano sempre denunciate. La violenza, la crudeltà e l'aggressività si percepiscono chiaramente tra le righe della lettera e lasciano un sentimento di paura e di impotenza. Ma il mio lavoro - conclude Mazzali - continuerà con ancora più forza".

Fontana: "Minacce molto preoccupanti"

Il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, ha definito "molto preoccupanti" le minacce di morte rivolte alla consigliera regionale Mazzali, alla quale ha espresso tutta la sua solidarietà e la sua vicinanza. "Confido che la dialettica politica, anche se aspra, abbia sempre di più il sopravvento sulle degenerazioni che poco hanno a che fare con una società civile e democratica", ha dichiarato il governatore lombardo.  

Solidarietà a Mazzali

Vicinanza e solidarietà a Barbara Mazzali è stata espressa dall’europarlamentare Carlo Fidanza e dall'assessore lombardo alla Sicurezza Riccardo De Corato, entrambi di FdI. "Piena solidarietà" anche dal gruppo regionale del Movimento 5 Stelle. "Al di là delle distanze ideologiche che ci separano - hanno commentato i pentastellati lombardi - insulti e minacce sono una patologia della Democrazia e il dibattito politico deve restare sempre nell'alveo di correttezza, umanità e legalità. L'unica politica nella quale ci riconosciamo rifiuta la violenza e l’odio".
"Barbara Mazzali, come chiunque sia vittima di attacchi violenti, potrà sempre contare sulla nostra difesa", scrive in una nota il gruppo consiliare del Pd. "Solidarietà personale, non solo politica ma soprattutto come donna per le cattiverie e le volgarità senza eguali ed inenarrabili che le sono state inviate - ha aggiunto l'assessore al Turismo Lara Magoni -. Barbara è una donna forte e coraggiosa che non si farà intimorire da loschi individui che si nascondono nell'anonimato e pertanto sono certa che continuerà a portare avanti il suo percorso da consigliere regionale con serietà".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24