Sondrio, accusato di estorsione e sequestro di persona: assolto 24enne

Lombardia

Il ragazzo è finito a processo perché, secondo la Procura, insieme alla sua fidanzata, all'epoca dei fatti 15enne e che sarà giudicata dal Tribunale dei minori, avrebbe sequestrato nella sua casa un giovane di Albosaggia 

È stato assolto con formula piena S. G., 24enne di Talamona (Sondrio), a processo con le accuse di estorsione, sequestro di persona, violenza privata e lesioni personali per una vicenda che risale all'inizio di agosto del 2017. Secondo il racconto della presunta vittima, e anche secondo la Procura di Sondrio che per il 24enne aveva chiesto 6 anni di reclusione, il giovane insieme alla sua fidanzata all'epoca dei fatti 15enne, per la quale la sentenza verrà pronunciata giovedì dal giudice del Tribunale dei minorenni di Milano, per una notte e un giorno avrebbero sequestrato nella sua casa un giovane di Albosaggia (Sondrio), all'epoca dei fatti 18enne, arrivando a seviziarlo e torturarlo, l'accusa di tortura, però, è stata contestata solo alla ragazza.

Le presunte violenze

Secondo le imputazioni, i due prima avrebbero costretto il giovane ad ospitarli a casa sua, poi le sevizie: diverse bruciature con mozziconi di sigaretta, colpi di mazza da baseball sulle ginocchia, lo avrebbero anche costretto a prelevare 250 euro e minacciato di morte se avesse parlato con le forze dell'ordine riferendo quello che era successo. La notizia era venuta alla luce perché la presunta vittima era stata trovata per strada da alcuni passanti semi svenuta, poi in ospedale aveva denunciato l'accaduto, facendo scattare l'indagine coordinata dal sostituto procuratore Stefano Latorre.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24