Bergamo, modificava la targa della navetta per non pagare le soste a Orio al Serio

Lombardia

E’ stato denunciato un uomo di 55 anni, amministratore delegato di una società di parcheggio presente nei pressi dello scalo 

Modificava con del nastro adesivo nero la targa della propria navetta, che usava per portare i passeggeri da un parcheggio all'aeroporto di Orio al Serio, in modo da usufruire del parcheggio temporaneo e non pagare le soste davanti allo scalo. Per questo il titolare di un parcheggio privato è stato denunciato a piede libero dalla polizia di Stato dell'aeroporto, che ha individuato il truffatore anche grazie alle riprese video delle telecamere.

La targa manomessa

Con del semplice nastro adesivo il titolare del parcheggio privato aveva trasformato la F della targa in una E, in modo da poter entrare per 6 volte nel parcheggio di sosta breve antistante lo scalo, che consente una sosta fino a mezz'ora ripetibile fino a tre volte al giorno.

Le accuse

Il denunciato è un milanese di 55 anni, amministratore delegato di una società di parcheggio presente nei pressi dello scalo. La navetta, intestata a un'altra società, era stata noleggiata. L'imprenditore è stato denunciato per falsificazione, alterazione, manomissione di targhe, falsità materiale commessa da privato, contraffazione delle impronte di una pubblica autenticazione e per truffa ai danni della società che gestisce il parcheggio dell'aeroporto. Le targhe alterate sono state sequestrate.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24