Milano, San Siro: sì del consiglio comunale al nuovo stadio

Lombardia
I due progetti del nuovo stadio

La giunta ha dato il parere positivo ma a patto che non sia previsto nessuno sviluppo immobiliare che ecceda le regole stabilite dal Piano di governo del territorio

Il nuovo stadio si può costruire, a patto che non sia previsto nessuno sviluppo immobiliare che ecceda le regole stabilite dal Piano di governo del territorio, approvato recentemente dal Consiglio comunale di Milano. Questa in sintesi la posizione su San Siro (I PROGETTILE FOTO) della giunta del capoluogo lombardo, che oggi ha dato il parere positivo di pubblico interesse, con queste condizioni, al progetto di Inter e Milan di realizzare un nuovo stadio.

Sala: "Ci siamo mossi con trasparenza"

"Sulla questione stadio ci siamo sempre mossi con trasparenza e coerenza", ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, in una nota. "Da subito avevamo detto che avremmo coinvolto prima il Consiglio comunale e, solo dopo aver avuto il parere di chi rappresenta i cittadini, ci saremmo assunti, come sindaco e giunta, la responsabilità di decidere come procedere".
Il sindaco ha sottolineato che "alla luce del percorso, tecnico e politico, compiuto fino ad ora, la giunta tenutasi in data odierna ha deliberato il pubblico interesse alla proposta di Milan AC e Inter FC sullo stadio, ma eventuali altre opere, ad esempio spazi commerciali, uffici, hotel, saranno autorizzate solo nella misura prevista dal corrente Piano di Governo del Territorio del Comune di Milano".
Infine, il primo cittadino ha affermato che "la costruzione di un nuovo impianto sportivo ha, comunque, aperto la questione sul futuro di San Siro. Ribadiamo la nostra volontà di rifunzionalizzarlo e pertanto siamo pronti a valutare soluzioni che non prevedano la rinuncia all'attuale impianto, bensì la sua rigenerazione attraverso altre funzioni".

Il progetto di Manica

Il progetto di Manica-Cmr Sportium si intitola "Gli anelli". Il disegno prevede uno stadio con due anelli che si incrociano. "Due anelli che sembrano fluttuanti”, ha detto David Manica illustrando il progetto il 26 settembre in una conferenza stampa al Politecnico di Milano. "I sedili saranno ancora più vicini al campo, un'atmosfera avvolgente. Cambieranno i colori sull'esterno, pannelli che cambiano di giorno e luci di notte: così che si avrà una facciata coi colori delle due squadre di Milano durante le partite". Il progetto prevede anche un nuovo parco di 10 ettari di spazio verde, "una zona che diventa nuova linfa", ha spiegato Manica. La particolarità è anche all'esterno, dove sopra la zona commerciale, Manica-Sportium ha scelto di mantenere lo storico terreno di gioco di San Siro, che diventerà un prato dove chiunque potrà giocare. Il progetto nasce dall'unione delle forze del consorzio italoamericano Manica-Cmr Sportium, che hanno già nel proprio curriculum la realizzazione di diversi stadi, molti dei quali in Cina (LE IMMAGINI).

Il progetto di Populous

Secondo il progetto di Populous, chiamato "La cattedrale", il nuovo stadio sarà un parallelepipedo coperto di vetro che, anche grazie a un gioco di luci, ricorda il Duomo del capoluogo lombardo, legando la storia di Milano al nuovo stadio. All'interno le panchine in tribuna saranno in stile inglese come anche gli spalti verticali e vicini al campo. Anche il progetto di Populous prevede un distretto rinvigorito attivo 365 giorni l'anno con uffici, un centro commerciale, due torri, una piazza e aree verdi. Lo studio prevede che il nuovo impianto sia completamente ecosostenibile: "Riciclo dell'acqua, ventilazione, costruzione: tutto avrà una filosofia green". E inoltre, lo stadio cambierà colori e illuminazione a seconda delle squadre a beneficio dell'atmosfera (LE IMMAGINI).

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24