Rozzano, 18enne racconta a medici e carabinieri presunta violenza mentre rientra al campus

Lombardia
Foto di archivio (ANSA)

L'aggressione sarebbe avvenuta nella sera di ieri, la studentessa sarebbe stata minacciata da uno sconosciuto armato di coltello. I medici della clinica Humanitas hanno riscontrato elementi compatibili con l'abuso sessuale 

Una studentessa di 18 anni ha raccontato di essere stata violentata mentre rientrava al campus universitario dove alloggia. L'aggressione sarebbe avvenuta ieri, a Rozzano, in provincia di Milano. La giovane stanotte si è presentata alla clinica Humanitas dicendo di aver subito una violenza da uno sconosciuto ma, al momento, non ha ancora formalizzato una denuncia. 
Secondo quanto riferito, la giovane sarebbe stata minacciata con un coltello da uno sconosciuto. La studentessa, di origine indiana, che vive a Manchester, si trova in Italia per frequentare un corso universitario in medicina. I medici della clinica Humanitas hanno riscontrato ferite compatibili con l'abuso sessuale. Ulteriori accertamenti sono stati disposti dall'equipe della clinica Mangiagalli.

Indagini in corso

Secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri, la violenza si sarebbe consumata in via Grandi, in un punto poco illuminato della strada. Subito dopo l'aggressore sarebbe scappato, lasciando la vittima sotto choc. Gli investigatori della compagnia di Corsico sono a lavoro per trovare riscontri al racconto. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24