Cascina adibita a laboratorio per produrre droga: un arresto nel Pavese

Lombardia

Nel casolare sono stati trovati e sequestrati 666 piante di marijuana di varia grandezza, 168 chili di infiorescenze di cui 17 già trinciati e pronti alla vendita, 1,5 litri di olio di marijuana

Oltre 600 piante di marijuana sono state trovate dalla guardia di finanza di Milano, insieme ai reparti del Comando Provinciale di Pavia, in una cascina sulle colline dell’Oltrepò Pavese. I militari hanno fatto irruzione nel casolare, in frazione Staghiglione di Borgo Priolo, scoprendo che era stato adibito a vero e proprio laboratorio per la produzione della sostanza stupefacente.

I sequestri

In tutto sono state sequestrate 666 piante di marijuana di varia grandezza, 168 chili di infiorescenze di cui 17 già trinciati e pronti alla vendita, 1,5 litri di olio di marijuana e centinaia di confezioni monouso. Due locali della cascina erano stati trasformati in serre, mentre un locale interno e uno esterno erano dedicati all'essiccazione delle infiorescenze. Sono state trovati anche strumenti utili alla coltivazione e conservazione della sostanza stupefacente.

L'arresto

Il proprietario della cascina, un imprenditore agricolo 51enne, è stato arrestato per produzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e portato nel carcere di Pavia.  

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24