Como, violenza sessuale sulla nipote minorenne: arrestato 38enne

Lombardia
Immagine di archivio (ANSA)

L’uomo avrebbe costretto la piccola al silenzio, minacciando abusi anche nei confronti della sorellina più piccola, qualora avesse parlato con qualcuno

Un uomo di 38 anni è stato arrestato ieri a Como con l’accusa di aver violentato per anni la nipote minorenne, che gli veniva spesso affidata dai genitori impegnati per lavoro. Gli abusi sarebbero iniziati nel 2013, quando la vittima aveva un’età inferiore ai 14 anni. L’uomo avrebbe costretto la piccola al silenzio, minacciando abusi anche nei confronti della sorellina più piccola, qualora avesse parlato con qualcuno. Le violenze si sarebbero protratte sino al 5 luglio scorso.

L'arresto prima della partenza per le Filippine

L’arresto, eseguito dalla polizia del commissariato di Sesto San Giovanni (Milano), su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Como, è scattato al termine di un'indagine iniziata lo scorso luglio. Negli ultimi giorni si è registrata un’accelerazione poiché è emersa l’intenzione dell’indagato di acquistare un biglietto aereo verso le Filippine per il 6 o 7 ottobre.

Vittima provata a livello psico-fisico

La vittima, che da anni avrebbe subito abusi plurimi e pressoché costanti, è apparsa agli inquirenti molto provata a livello psico-fisico. La minore, per anni, avrebbe vissuto in uno stato di soggezione e di paura, determinato anche dal fatto di aver assistito a episodi di violenze fisiche e verbali da parte dello zio nei cronfronti della moglie. L'uomo, che gli agenti hanno rintracciato in casa, in provincia di Como, è stato trasferito al carcere di Como e a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24