Lomazzo, donna uccisa e nascosta nel bosco: il compagno ha confessato

Lombardia
Immagine d'archivio
femminicidio-violenze-abusi

La vittima è stata trovata morta in una tenda. L’omicida è stato fermato durante un controllo di routine della polizia locale a Milano e ha subito confessato, accompagnando gli agenti sul luogo dell’occultamento. Il delitto è avvenuto in seguito a un litigio

Ieri una 48enne di origini marocchine è stata trovata morta in una tenda in un bosco nel Comasco, a Lomazzo. Il colpevole è già stato trovato, si tratta del suo compagno, un connazionale di 44 anni. L'uomo è stato bloccato nel corso di controlli antidroga dagli agenti del Nucleo contrasto stupefacenti in piazzale Lugano, a Milano: appena è stato avvicinato dai poliziotti ha detto "sono stato io a farlo" e ha confessato di aver maltrattato e ucciso la compagna in seguito a un litigio. Il marocchino ha accompagnato gli agenti, a cui si sono aggiunti quelli dell'unità investigazione, sul luogo dell'occultamento. Al momento il 44enne è in stato di fermo nella caserma dei carabinieri di Cantù. Sono in corso approfondimenti per ricostruire l'esatta dinamica.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24