Sequestrate ville abusive da 2 milioni di euro nel Bergamasco

Lombardia

Le abitazioni, costruite con finiture di lusso e abitate già da tempo, erano state realizzate in una zona sottoposta al vincolo paesaggistico 

Pavimenti in marmo, stucchi alle pareti e mobilio di lusso: è quanto hanno trovato i carabinieri di Bergamo all’interno di due ville abusive situate a Trescore Balneario, del valore complessivo di quasi due milioni di euro, sequestrate perché costruite in una zona sottoposta al vincolo paesaggistico. Le abitazioni sono di proprietà della famiglia Horvat, di etnia rom, i cui tre capofamiglia si trovano ai domiciliari perché nel 2017 avevano preso parte a una sparatoria avvenuta nella piazza del mercato di Trescore Balneario.

Gli accertamenti dei carabinieri

I carabinieri hanno rilevato le difformità esistenti tra la documentazione in possesso degli uffici comunali e lo stato di fatto delle abitazioni, che consistono in quattro unità abitative e una tettoia costruite con finiture di lusso e abitate già da tempo. Agli atti invece risultavano volumetrie inferiori, una sola unità abitativa accatastata quale 'villino' e altre tre ancora in fase di costruzione.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24