Condannato a otto mesi di reclusione lo stalker di Alessia Ventura

Lombardia
Alessia Ventura (ANSA)

La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso presentato dalla difesa del milanese che ha perseguitato la showgirl per più di un anno e mezzo. L’uomo la seguiva ovunque dicendo di essere il suo fidanzato anche ai genitori della vittima e le mandava inquietanti messaggi 

La Cassazione ha confermato la condanna a otto mesi di reclusione, con la condizionale, nei confronti di Mirko Sbarra, il milanese 43enne che per oltre un anno e mezzo, da maggio 2013 a ottobre 2014, ha perseguitato la conduttrice e showgirl Alessia Ventura. I giudici hanno infatti respinto il ricorso presentato dalla difesa di Sbarra contro la sentenza emessa nel giugno 2018 dalla Corte di Appello di Milano.

Lo stalker si spacciava per il fidanzato della vittima

L’uomo, come si legge nella sentenza depositata oggi, 5 settembre, seguiva la donna ovunque e le inviava messaggi inquietanti, procurandole "un grave e persistente stato di paura". Lo stalker si appostava fuori dagli studi della Rai, di Radio Montecarlo e ovunque sapeva di poter incontrare la sua vittima. Sbarra si era inoltre presentato con doni ai genitori di Alessia Ventura "qualificandosi suo compagno", e l'aveva "seguita e ricercata sui luoghi di svago o di lavoro, raggiungendola in una discoteca e qualificandosi ai presenti come il suo fidanzato".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24