Rissa e minacce con pistola finta, denunciati due artigiani nel Pavese

Lombardia
Foto di archivio (Fotogramma)

La lite ha coinvolto anche due muratori e sarebbe nata da una rivalità familiare, legata forse a questioni di lavoro. Tre delle quattro persone coinvolte hanno riportato ferite tali da richiedere il trasporto in ospedale

Un 60enne e un 42enne, residenti rispettivamente a Casteggio e a Lungavilla, nel Pavese, sono stati denunciati dai carabinieri per il reato di minacce aggravate in concorso. I due, entrambi artigiani, hanno infatti dato vita ieri mattina, 23 agosto, a una rissa in una via di Lungavilla, nel corso della quale hanno preso di mira due fratelli muratori minacciandoli anche con una pistola giocattolo sprovvista del tappo rosso, in modo da farla sembrare un'arma vera.

Lite originata da rivalità familiari

Sembra che all'origine della lite ci fosse una rivalità familiare, dovuta forse a questioni di lavoro. Tre delle quattro persone coinvolte nella colluttazione hanno dovuto essere trasportate in ospedale a causa delle lievi lesioni riportate. Il 60enne, accusato di aver inferto diverse ferite a uno dei due fratelli, è stato denunciato anche per il reato di lesioni personali.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24