Rissa alla mensa dei poveri a Como: rimpatriato un responsabile

Lombardia

Lo annuncia Nicola Molteni, sottosegretario all'Interno. Per la vicenda sono state arrestate quattro persone 

"Uno dei quattro immigrati che ha causato la rissa alla mensa dei poveri Don Guanella a Como sarà espulso dal territorio nazionale". Lo annuncia Nicola Molteni, sottosegretario all'Interno, a seguito della rissa scoppiata lunedì sera alla mensa Don Guanella a Como e per la quale sono state arrestate quattro persone, due pakistani e due somali, uno sottoposto alla misura della protezione sussidiaria, l'altro richiedente asilo.

Le parole del sottosegretario Molteni

"Sarà accompagnato al Centro Permanente rimpatri Cpr di Roma e successivamente rimpatriato - prosegue Molteni - grazie al lavoro delle forze di polizia e ai decreti sicurezza di Matteo Salvini. In meno di un anno sono stati chiusi circa 30 centri di accoglienza per immigrati in provincia di Como: a Como, Cantù, Mariano, Orsenigo, Lomazzo, Cermenate, Fino Mornasco, Olgiate Comasco, Tremezzina, Maslianico, Grandate, Inverigo e Pontelambro. I dati ufficiali - afferma Molteni - certificano un drastico calo dei richiedenti asilo sul territorio comasco. Oltre 800 richiedenti asilo in accoglienza in meno rispetto al 2016 e oltre 400 in meno rispetto al 2018. Dai 1911 immigrati del 2016 ai 1158 del 2019. Il che vuol dire tante risorse pubbliche risparmiate e investite in sicurezza e ordine pubblico".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24