Uomo scomparso da casa a Varese, sospese le ricerche nel lago Maggiore

Lombardia
Foto di archivio (ANSA)

La sua auto era stata ritrovata a Caldè, frazione di Castelveccana. Sono stati scandagliati 75.000 metri quadrati di fondale ma senza alcun esito 

Sono state sospese, in attesa di ulteriori sviluppi, le ricerche nelle acque del lago Maggiore del 45enne di Varese scomparso da casa lo scorso 31 luglio. Le operazioni avevano preso il via dopo il ritrovamento, sabato scorso, della sua auto a Caldè, frazione di Castelveccana, lungolago del Varesotto. Fin da subito, sono stati impegnati i soccorritori del comando di Varese, insieme ai nuclei sommozzatori di Milano e Torino. Come spiegano i vigili del fuoco tramite una nota, la prima fase delle ricerche si è svolta con i sommozzatori in acqua che hanno battuto i fondali fino a 40 metri. Successivamente, è stata attivata la ricerca strumentale che ha permesso di raggiungere profondità maggiori. Sono stati scandagliati 75.000 metri quadrati di fondali tramite il Rov (Remotely operated vehicle), un sottomarino a comando remoto che ha toccato i 220 metri, ma senza alcun esito.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24