Bergamo, salta su un tetto per scappare dalla polizia: morto 47enne

Lombardia
Foto di archivio (Fotogramma)

Secondo quanto ricostruito, l'uomo, che non si è fermato all'alt degli agenti della polizia locale, avrebbe scavalcato il guardrail e si sarebbe lanciato sul tetto di un'azienda che però non ha retto il peso 

È morto all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Roberto Facchinetti, 47enne di Gorlago, rimasto ferito in maniera grave dopo essere saltato sul tetto di un'azienda nel tentativo di sfuggire dagli agenti della polizia locale. L'inseguimento è avvenuto nella giornata di mercoledì 24 luglio, a Bagnatica. L'uomo è deceduto dopo due giorni di ricovero.

L'inseguimento

Facchinetti, imprenditore agricolo già noto alle forze dell'ordine, era inseguito dalla polizia locale dell'Unione dei Colli, poco prima, infatti, era sfuggito all'alt dei vigili, impegnati in un servizio antidroga. La moto sulla quale viaggiava il 47enne è risultata rubata e con la targa in parte modificata. L'uomo è stato inseguito per un tratto di strada non asfaltata, poi i vigili hanno notato la moto a terra dopo una curva e, nella tettoia sottostante, un buco: a terra c'era Facchinetti, con seri danni cerebrali che si sono poi rivelati fatali. L'uomo si sarebbe lanciato oltre il guardrail pensando che il tetto lo reggesse, ma così non è stato.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24