Milano, sparò in corso Como per vendetta: arrestato 27enne

Lombardia
Foto di archivio

Lo scorso 9 giugno l'uomo, con numerosi precedenti penali, ha esploso un colpo di pistola in aria per ritorsione verso una persona con la quale aveva litigato poco prima 

È stato arrestato l'uomo che lo scorso 9 giugno, tra le numerose persone che uscivano dai locali di corso Como, cuore della movida milanese, ha esploso un colpo di pistola in aria, probabilmente per ritorsione verso una persona con la quale aveva litigato poco prima. Il giovane, 27 anni, con numerosi precedenti penali, è stato fermato a Varazze (Savona) mentre era in compagnia di altre persone, tra le quali un sorvegliato speciale che è stato arrestato. Il 27enne si era reso irreperibile dal giorno della sparatoria.

Le indagini

A lui gli investigatori sono arrivati raccogliendo testimonianze su quell'individuo che si era presentato in sella a una Ducati e, col volto coperto da un caso integrale, aveva esploso un colpo in aria prima di fuggire. Le indagini dei militari si sono indirizzate verso alcune abitazioni di viale Sarca, dove abita l'arrestato, e ci sono tornati più volte trovando la pistola e un revolver con matricola abrasa nascosto sotto il tappetino di un'auto. La vettura ha attirato l'attenzione degli investigatori perché aveva il nottolino di una portiera con evidenti segni di scasso. Poi gli inquirenti hanno trovato la motocicletta in un box della zona. Nella mattina di domenica 21 luglio è scattato l'arresto per detenzione e porto d'arma illegale e ricettazione. La targa della moto è risultata contraffatta per nascondere il fatto che fosse rubata. A condurre l'operazione sono stati i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia Duomo, e delle stazioni di Greco e Moscova.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24