Vigevano, il sindaco indagato per bancarotta: “Non mi dimetto”

Lombardia

Bancarotta fraudolenta e distrazione di fondi pubblici: queste le ipotesi di reato a carico del primo cittadino, connesse al fallimento di Ast, l'agenzia per lo sviluppo territoriale

Bancarotta fraudolenta e distrazione di fondi pubblici: queste le ipotesi di reato per cui risulta indagato il sindaco di Vigevano, in provincia di Pavia, Andrea Sala, raggiunto da un avviso di conclusione indagini. L’ipotesi di reato si inserisce nell’ambito del fallimento di Ast, l'agenzia per lo sviluppo territoriale dichiarata fallita nel marzo 2019. In concorso con il primo cittadino leghista sono indagate anche altre quattro persone tra le quali l'ex presidente e l'ex direttore di Ast, Massimo Boccalari e Alessandro Mazzoli. A carico di Sala è configurata l'aggravante prevista per chi ha promosso o organizzato la cooperazione del reato ovvero diretto l'attività delle persone che sono concorse nel reato.

Le parole del sindaco Andrea Sala

Il sindaco, attraverso un video pubblicato sul proprio profilo Facebook con cui ha fatto sapere di aver ricevuto l'atto della magistratura, si è dichiarato "totalmente estraneo" e ha escluso ogni ipotesi di dimissioni: "Continuerò serenamente a svolgere le mie funzioni fino al termine del mio mandato".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24