Imprenditore scomparso a Brescia: nipoti chiedono di farsi interrogare

Lombardia
I RIS nella fonderia di Mario Bozzoli, scomparso nel nulla a ottobre 2015 (Agenzia Fotogramma)

Lo zio di Alex a Giacomo Bozzoli, Mario, scomparve nel nulla nella sua fonderia di Marcheno l'8 ottobre 2015. Il procuratore generale accusa i due fratelli, che si sono sempre avvalsi della facoltà di non rispondere, di essere gli esecutori materiali del delitto

Alex e Giacomo Bozzoli, accusati dell'omicidio dello zio Mario Bozzoli, imprenditore bresciano svanito nel nulla l'8 ottobre 2015 nella sua fonderia a Marcheno (Brescia), hanno deciso di farsi interrogare. La richiesta di interrogatorio è stata depositata dai legali dei fratelli dopo la chiusura delle indagini firmata dal procuratore generale di Brescia, che li ha accusati di essere gli esecutori materiali del delitto. Da quando sono iscritti nel registro dei indagati, ovvero dicembre 2015, i due fratelli Bozzoli si sono sempre avvalsi della facoltà di non rispondere.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.