Sorpresi con 40 chili di cocaina nel Bergamasco, due arrestati

Lombardia
Foto di archivio (Getty Images)

La perquisizione delle auto dei due ha permesso di individuare un doppiofondo apribile soltanto grazie a una combinazione segreta di tasti. Al dettaglio la droga avrebbe potuto fruttare oltre 2,5 milioni di euro

Sequestrati dalla guardia di finanza di Bergamo 40 chili di cocaina, destinati allo spaccio nel territorio bergamasco e lombardo. Due pregiudicati con precedenti specifici per droga, un 62enne e un 37enne residenti rispettivamente a Torino e nel Bresciano, sono stati arrestati in flagranza di reato, accusati di essere i responsabili dell'illecito traffico di stupefacenti. Al dettaglio la droga avrebbe potuto oltre 2,5 milioni di euro.

L'operazione

L'operazione è stata eseguita nella Bassa Bergamasca, con un blitz effettuato in un parcheggio pubblico nel comune di Calcio. Le forze dell'ordine hanno assistito a uno scambio sospetto di un plico tra due auto. La perquisizione delle vetture ha permesso di individuare un doppiofondo, apribile soltanto grazie a una combinazione segreta di tasti, dove erano stati nascosti otto panetti di cocaina per un peso complessivo di quasi 10 chili.

La perquisizione a Urago d'Oglio

Una successiva perquisizione a Urago d'Oglio, in provincia di Brescia, effettuata in casa di uno dei due arrestati grazie anche all'ausilio di un'unità cinofila della Guardia di finanza di Orio al Serio, ha consentito di trovare e sequestrare altri 25 panetti di cocaina, 29 chilogrammi, nascosti nell'intercapedine di un mobile, oltre a 34.500 euro in banconote di vario taglio, un bilancino di precisione, una macchina per il confezionamento in sottovuoto e varie bustine.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.