Milano, imbrattato il muro di una casa Aler in via Borsi: insulti al PM Piero Basilone

Lombardia

Basilone ha chiesto circa venti giorni fa al Gip Manuela Cannavale di rinviare a processo con rito immediato i 9 antagonisti arrestati il 13 dicembre e implicati nel racket delle occupazioni abusive delle case popolari

Ignoti hanno imbrattato un muro di via Borsi, a Milano, con insulti rivolti al PM Piero Basilone, magistrato che ha coordinato varie indagini sugli antagonisti e sull'occupazione di case popolari. Nella zona, vicina ai Navigli, sono presenti diversi palazzi di edilizia popolare. Le scritte, in vernice spray nera, recitano: "Siamo tutte/i Robin Hood" e "Basilone uomo di m…".

Il rinvio a processo

Il fatto è avvenuto dopo circa venti giorni dalla decisione del Gip del Tribunale di Milano Manuela Cannavale di accogliere la richiesta del PM Basilone, rinviando a processo con rito immediato nove antagonisti, arrestati il 13 dicembre 2018 per associazione per delinquere finalizzata all'occupazione abusiva di immobili di proprietà pubblica e alla resistenza a pubblico ufficiale, per una presunta gestione illecita di case popolari a Milano. Il processo inizierà il 2 aprile.

Milano: I più letti