Luino, spara a un 43enne perché ha lasciato la figlia: arrestato

Lombardia
Foto di archivio (LaPresse)

Secondo quanto emerso, la lite sarebbe scoppiata per dissidi nati dopo la decisione della vittima di interrompere la realzione con la donna per un'altra 

Arrestato a Luino, in provincia di Varese, un uomo di 63 anni, accusato di aver sparato alla coscia dell’ex fidanzato della figlia. L'aggressione ai danni di un uomo di 43 anni è avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri, 11 febbraio, davanti a un bar in località Voldomino, al culmine di una lite. Trasportata in ospedale, la vittima è stata ricoverata con una prognosi di venti giorni.

Rintracciato mentre stava rientrando a casa

L'uomo è stato rintracciato dai carabinieri di Luino mentre stava rientrando a casa. Secondo quanto emerso la lite sarebbe scoppiata per dissidi nati dopo la decisione del 43enne, di nazionalità marocchina, di interrompere la relazione con la figlia del 63enne per un'altra donna. La pistola con cui l'uomo ha sparato non è stata ancora trovata.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.