Mantova, mozzò la mano a una donna: espulso dopo otto anni di carcere

Lombardia
Foto di archivio (Agenzia Fotogramma)

L'uomo si era invaghito della donna a cui aveva mozzato l'arto: dopo aver scontato la pena, per effetto del decreto sicurezza è stato imbarcato su un volo per Nuova Delhi

Aveva mozzato la mano con un machete a una donna di cui si era invaghito, ha trascorso otto anni in carcere e ora, scontato il suo debito con la giustizia, è stato espulso dall'Italia. 

L'espulsione effetto del decreto sicurezza

Amrinder Singh, indiano, ora 26enne, residente a Castiglione delle Stiviere, nel Mantovano, in base alle nuove norme del decreto sicurezza si è visto rigettare l'istanza di permesso di soggiorno per lavoro subordinato che la Questura di Mantova gli aveva concesso prima che commettesse il tentato omicidio a Montichiari, in provincia di Brescia. Con un decreto di espulsione del Prefetto nella sera di domenica 3 febbraio è stato accompagnato all'aeroporto di Fiumicino e imbarcato su un aereo diretto a Nuova Delhi.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.