Milano, gambizzato in un bar: ipotesi regolamento di conti

Lombardia
Foto di archivio (ANSA)

L'agguato è avvenuto nella sera di lunedì 14 gennaio in un locale di via Quinto Romano. La vittima è Massimo Canito, pregiudicato di 31 anni

Si trova in terapia intensiva, ma non è in pericolo di vita, Massimiliano Canito, il pregiudicato di 31 anni, che, nella sera di lunedì 14 gennaio, è stato gambizzato all'interno di un bar in via Quinto Romano 56, a Milano. Secondo la ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Porta Magenta, un uomo è entrato alle 21.40 nel locale, ha puntato la pistola contro Canito, costringendolo a sdraiarsi e, a quel punto, ha sparato al ginocchio del 31enne. L'aggressore è poi scappato a bordo di un'auto.

Il ferito trasportato a Niguarda

Sul posto sono giunti i soccorritori, che hanno trasportato il ferito all'ospedale Niguarda per un'operazione d'urgenza di ricostruzione. Gli investigatori hanno acquisito le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza all'esterno del bar. Al momento, l'ipotesi più accreditata è quella di un regolamento di conti nel mondo dello spaccio.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.