Bergamo, donna incinta intossicata da monossido: ricoverata

Lombardia
Foto di archivio (ANSA)

La donna è stata portata all'istituto Habilita, a Zingonia per un trattamento iperbarico. La donna è fuori pericolo e non dovrebbero esserci rischi per la salute del feto

Momenti di paura per una donna di 28 anni, alla trentasettesima settimana di gravidanza, rimasta intossicata da monossido di carbonio nella sua abitazione a causa di un braciere lasciato acceso in casa. L'episodio è avvenuto a Verdellino, in provincia di Bergamo. La donna, originaria del Senegal, è stata soccorsa e ricoverata all'ospedale Papa Giovanni XXIII a Bergamo. Dopo i primi controlli è stata accompagnata alla camera iperbarica dell'istituto Habilita a Zingonia per un trattamento iperbarico. Dopodiché, in ambulanza, è stata riportata al Papa Giovanni di Bergamo. La donna è fuori pericolo e non dovrebbero esserci rischi per la salute del feto. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.