Varese, 15enne torturato: responsabili collaborativi davanti al Gip

Lombardia
Foto di Archivio (Agenzia Fotogramma)
Agenzia_Fotogramma_giustizia

I ragazzini, che avrebbero obbligato il 15 enne a subire violenza fisica e psicologica per colpire un suo amico che doveva loro del denaro per la marijuana, si sono mostrati collaborativi davanti al Gip

Ieri, martedì 27 novembre, si è svolto l'interrogatorio di garanzia di tre dei quattro minori arrestati per sequestro di persona aggravata, lesioni, rapina e tortura nei confronti di un altro minorenne in un garage di Varese. A quanto emerso i ragazzini, che avrebbero obbligato il 15 enne a subire violenza fisica e psicologica per colpire un suo amico che doveva loro del denaro per la marijuana, si sono mostrati collaborativi davanti al Gip.

L'interrogatorio

Nell'interrogatorio l'obiettivo era ricostruire le singole responsabilità. I ragazzi, al momento, restano al Beccaria di Milano dove sono stati portati dopo l'arresto. Per uno di loro è stata chiesta la collocazione in comunità. Anche il quarto minore coinvolto, più giovane e ritenuto il leader del gruppo, fermato una settimana prima degli altri, è nel medesimo istituto.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.