Motta Visconti, neonato di due mesi trovato morto in culla

Lombardia
Foto di archivio (ANSA)
culla_neonato_ansa

Ad accorgersene è stata la madre che lo aveva preso in braccio per allattarlo. Il decesso sembra legato alla sindrome della morte in culla. La risposta definitiva arriverà dall'autopsia 

Un neonato di soli due mesi è stato trovato morto nel suo lettino dalla madre, che l’aveva preso in braccio per allattarlo. La tragedia è successa in un’abitazione di Motta Visconti, nel Milanese. Il decesso avvenuto nel sonno, quasi certamente, sembra legato alla sindrome della morte in culla, anche se la risposta definitiva arriverà dall'autopsia effettuata all'istituto di Medicina Legale dell'Università di Pavia e disposta dalla Procura di Pavia. A darne notizia è oggi il quotidiano "La Provincia Pavese".

Il ritrovamento

La mamma, 27 anni, dopo essersi occupata degli altri suoi tre figli, ha raggiunto il lettino dove dormiva il figlio più piccolo. Lo ha preso in braccio, ma ha notato che era immobile e non respirava. La donna, disperata, ha subito lanciato l'allarme. Sul posto sono immediatamente giunti i medici del 118. Purtroppo i sanitari non hanno potuto far altro che constatare che il neonato era già morto. I carabinieri hanno avvisato la Procura di Pavia, competente per il territorio di Motta Visconti, che ha disposto l'autopsia.  

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.