Brescia, corruzione: condannato maresciallo guardia di finanza

Lombardia
Foto di Archivio (Agenzia Fotogramma)

Tre patteggiamenti al processo per corruzione. Tra questi, il maresciallo Paolo Stranera, 54 anni, è stato condannato a quattro anni

Si è chiuso con tre patteggiamenti il processo per corruzione che ha coinvolto un esponente della guardia di finanza di Brescia. Il maresciallo Paolo Stranera, 54 anni, ha patteggiato una pena di quattro anni. Condanna di tre anni e quattro mesi per l'imprenditore Angelo Scaroni, già finito nei guai per una truffa allo Stato nell'ambito della gestione dei richiedenti asilo e che in questa vicenda aveva offerto denaro al finanziere per conoscere lo stato dell'inchiesta sull'immigrazione. Ha patteggiato, infine, tre anni il faccendiere mantovano Luciano Fezzardi, che aveva fatto da tramite tra Scaroni e il maresciallo Stranera. Quest'ultimi due restano in carcere dopo che il Gip ha respinto la richiesta di scarcerazione, mentre al faccendiere mantovano sono stati concessi i domiciliari.  

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.