Ucciso imprenditore milanese a Buenos Aires: bruciato il corpo

Lombardia
10argentina_sciopero_nazionale_GettyImages

L’uomo, un 46enne nato a Milano ma residente nella capitale argentina, risultava scomparso da alcuni giorni. Il suo cadavere è stato ritrovato in un terreno in località Zárate 

L’uomo, un 46enne nato a Milano ma residente a Buenos Aires, risultava scomparso da alcuni giorni. Il suo cadavere è stato ritrovato, bruciato, in un terreno a Zárate, nella provincia della capitale argentina. L’uomo sarebbe stato ucciso con quattro colpi di pistola alla schiena. A darne notizia è il quotidiano Clarin.

I precedenti per narcotraffico

L’imprenditore, di nome Mario Piva, secondo la Polizia argentina si occupava del commercio di soia ma aveva precedenti per narcotraffico. Stando ai risultati delle indagini, l’uomo sarebbe stato ucciso all’interno del suo appartamento, situato nel quartiere di Villa Crespo. Successivamente il corpo sarebbe stato trasportato in località Zárate. Piva è stato visto l’ultima volta il 12 ottobre scorso.

Milano: I più letti