Travolto e ucciso da croce, 4 condanne a Brescia

Lombardia
foto di archivio (Fotogramma)
Agenzia_Fotogramma_giustizia

Il fatto risale al 24 aprile 2014. La vittima, un giovane disabile di 21 anni, venne travolta da quella che doveva essere un'opera d'arte 

Il tribunale di Brescia ha emesso 4 nuove condanne per il crollo della Croce di Job, l'opera d'arte che si spezzò il 24 aprile di quattro anni fa a Cevo, nel Bresciano, uccidendo il 21enne Marco Gusmini, ragazzo di Lovere, in provincia di Bergamo, affetto da disabilità.

Per il crollo è stato condannato a due anni Marco Maffessoli, all'epoca dei fatti presidente dell'associazione "Croce del Papa", a un anno don Filippo Stefani, a nove mesi Elsa Belotti e Bortolino Balotti, componenti dell'associazione che, secondo l'accusa, non si erano attivati per la manutenzione del manufatto. Assolto invece il progettista Renato Zanoni che aveva diretto i lavori di ampliamento del 2013.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.