Rifiuti: discarica abusiva scoperta in capannone a Cornaredo (Milano)

Lombardia
Immagine d'archivio (ANSA)
carabinieri_noe_ansa

Si tratterebbe di scarti speciali, quantificati in circa 1200 metri cubi, trasportati e stoccati in un capannone industriale di Cornaredo in maniera del tutto illegale 

Il Nucleo Operativo Ecologico (NOE) ha scoperto e sequestrato un deposito abusivo di rifiuti nel Milanese. L’immondizia era nascosta all’interno di un capannone industriale situato nel comune di Cornaredo, provincia di Milano.

Raccolta e smaltimento illeciti

Si tratterebbe di rifiuti speciali, soprattutto in materiale plastico, quantificati in circa 1200 metri cubi, trasportati e stoccati nel capannone in maniera del tutto illegale. Ad allertare le forze dell’ordine, i residenti della zona, insospettiti dal via vai di camion e autoarticolati. L’attività era "tale da potersi ipotizzare non solo la realizzazione di una discarica abusiva, ma anche un’illecita attività di gestione, raccolta e smaltimento rifiuti speciali”.

Denunciati i responsabili

Il responsabile tecnico della ditta, un 49enne residente in provincia di Monza, e il proprietario del sito industriale, 49enne residente in provincia di Verona, sono stati denunciati.

Il Ministro: "Bravi i cittadini di Cornaredo"

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa si è congratulato con le forze dell'ordine per il risultato ottenuto, ma anche con la cittadinanza. "Mi rende particolarmente felice la notizia che questa importante operazione sia scaturita dalle segnalazioni dei cittadini", ha dichiarato il ministro. "Questo dimostra con chiarezza che i cittadini attenti e interessati al loro territorio sono i primi difensori dell'ambiente", continua Costa. "Sono un patrimonio che va supportato e incentivato attraverso l'ascolto e l'attenzione da parte delle forze dell'ordine", conclude il ministro. Qualche giorno fa, Costa aveva affermato "La guerra dei rifiuti in Lombardia è una battaglia che intendiamo combattere con fermezza e risolutezza da subito. La Lombardia è terra dei fuochi come il resto di Italia, anche per la Lombardia stiamo scrivendo la norma Terre dei Fuochi".

Due incendi in poche ore nel Milanese

Due incendi sono scoppiati a poche ore di distanza nel Milanese. Domenica 14 ottobre è andato a fuoco un capannone di rifiuti della Ipb, che si occupa di stoccaggio e smaltimento dei rifiuti, in zona Bovisasca e vicino a Quarto Oggiaro. Lunedì mattina un altro rogo ha interessato un altro capannone di una ditta che si occupa di smaltimento rifiuti, in particolare carta da macero a Novate Milanese.

 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.