Clementine, Tillie Walden nel mondo di The Walking Dead

Lifestyle

Gabriele Lippi

L'autrice premio Eisner per "Mi stai ascoltando" si cala nell'universo narrativo creato da Robert Kirkman portandovi la sua poetica e la sua delicatezza. In fumetteria dal 30 settembre

ascolta articolo

L’universo di The Walking Dead è ormai noto, è stato sviscerato in mille modi, su carta e in tv, con una serie principale e quattro spin off, ma una storia come Clementine, ancora, mancava. Fondamentalmente perché quel materiale, quell’universo narrativo creato da Robert Kirkman, non era mai stato messo in mano a una autrice come Tillie Walden, capace di trovare un’angolazione diversa, un tono nuovo, per esplorare una volta di più quel mondo post apocalisse zombie entrato ormai nell’immaginario collettivo.

Un coming of age impossibile

leggi anche

Gentleman's Hotel, Daniele Serra: "A 15 anni sognavo Bonelli"

Clementine è il racconto on the road, un viaggio di formazione senza formazione, un coming of age impossibile. Perché Clementine e gli amici che incontra sono incatenati in un’adolescenza eterna, costretti a pensare alla sopravvivenza, a diffidare l’uno dell’altro, a veder fiorire e appassire sentimenti e amori che si bruciano rapidamente nel gelo di un inverno senza fine. Non ci sono gli adulti, non c’è più la civiltà, e queste ragazze e il loro giovane amico che non hanno che vaghi ricordi di cosa fosse il mondo prima possono soltanto inseguire l’utopia di una rinascita promessa che non sembra arrivare mai.

Gli zombie a fare da contorno

leggi anche

Rosso Profondo, tra vampiri e abbandono dell'America rurale

Gli zombie, in Clementine, sono contorno. Ce ne sono pochi, diluiti nelle pagine del primo volume pubblicato in Italia da Saldapress (256 pagine, 18 euro). Spaventano, sì, ma non sono loro la più grossa insidia per il gruppo di Clementine. Il pericolo maggiore è il freddo, la neve che si stacca dai pendii e precipita in slavine, la carenza di cibo, l’incertezza del domani. E la minaccia costante di un’umanità inaridita nel suo animo, ferita, pericolosa come una belva chiusa all’'angolo.

Un racconto denso di disperazione

leggi anche

Sullivan's Sluggers, se una partita di baseball diventa incubo

La disperazione è la vera protagonista del racconto. Una disperazione sottile, che si insinua, ma non riesce a cancellare del tutto la speranza. Clementine è feroce come The Walking Dead ma è anche delicato come la sua autrice, già vincitrice di un Eisner con Mi stai ascoltando. Un fumetto che si inserisce nell’universo creato da Robert Kirkman con la leggerezza di un passo sulla neve soffice e il freddo dolore di un inverno eterno.

Tillie Walden, The Walking Dead. Clementine. Vol. 1, Saldapress, 256 pagine, 18 euro

Leggi gli altri approfondimenti sul mondo dei fumetti di FUMETTOPOLIS

Lifestyle: I più letti