Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Forbes, ecco chi sono i 10 italiani nella lista dei più ricchi del mondo

Oxfam ha analizzato la lista dei miliardari della rivista, sottolineando che sono oltre 2100 le persone che nel 2018 avevano un patrimonio superiore al miliardo. Tra loro anche alcuni italiani come Giovanni Ferrero, Leonardo Del Vecchio e Giorgio Armani
  • Il rapporto presentato a Davos da Oxfam sottolinea come i 26 miliardari più ricchi della Terra posseggano la stessa ricchezza della metà più povera. Tra questi nomi, non c’è, al momento, nessun italiano, ma per scoprire chi sono i nostri connazionali più ricchi basta scalare di qualche posizione la classifica di Forbes - Rapporto Oxfam 2019: aumenta il divario tra ricchi e poveri nel mondo
  • ©ANSA
    Al primo posto troviamo Giovanni Ferrero, 54 anni. La sua fortuna è valutata intorno ai 23 miliardi di dollari e deriva dall'azienda di famiglia. È infatti il figlio di Michele Ferrero, il patron dell’omonimo marchio trasformato in gigante mondiale del cioccolato. Nella classifica dei super ricchi globali si trova al 37esimo posto - Chi sono i 26 miliardari che possiedono quanto la metà più povera del mondo
  • ©ANSA
    È il “visionario” degli occhiali: Leonardo Del Vecchio, 83 anni, è al 45esimo posto della classifica di Forbes con un patrimonio di 21,2 miliardi di dollari. Nel 1961 ha fondato il gigante Luxottica, quando aveva solo 25 anni e alle spalle un’infanzia difficile in orfanotrofio. Nel 2017 Luxottica si è fusa con Essilor, creando il gruppo più grande al mondo in questo settore - Rapporto Oxfam 2019: aumenta il divario tra ricchi e poveri nel mondo
  • ©ANSA
    Alla 127esima posizione globale troviamo Stefano Pessina, 77 anni, con un patrimonio che si aggira intorno ai 12 miliardi. È amministratore delegato di Walgreens Boots Alliance, la più grande azienda mondiale di prodotti per la salute e il benessere con 13mila punti vendita propri e 370mila dipendenti. Nato a Pescara, la sua carriera inizia nel 1977 a Napoli dove rileva la ditta di famiglia specializzata nella distribuzione di prodotti farmaceutici - Chi sono i 26 miliardari che possiedono quanto la metà più povera del mondo
  • ©ANSA
    Giorgio Armani (84) è una leggenda vivente nel mondo della moda e con i suoi 8,9 miliardi di patrimonio si colloca al 174esimo posto della classifica di Forbes. Ha iniziato a lavorare nel grande magazzino milanese La Rinascente, prima di essere assunto da Nino Cerruti e di lanciare poi, negli anni 70, il proprio marchio - Rapporto Oxfam 2019: aumenta il divario tra ricchi e poveri nel mondo
  • ©ANSA
    Al sesto posto tra gli italiani più ricchi c’è Silvio Berlusconi. L’82enne ex presidente del Consiglio italiano ha una fortuna che nel 2018 si è attestata intorno agli 8 miliardi di dollari ed è il 190esimo tra i più facoltosi del pianeta. Deve la sua ricchezza, tra l’altro, alle sue imprese nel settore dei media (Mediaset, Mondadori) e della finanza (Fininvest). Ha cinque figli con i quali condivide la partecipazione nelle aziende - Chi sono i 26 miliardari che possiedono quanto la metà più povera del mondo
  • ©ANSA
    Massimiliana Landini Aleotti (76) e i suoi due figli hanno ereditato il gruppo farmaceutico Menarini dal marito Alberto Aleotti, deceduto nel 2014. Con i suoi 14 siti di produzione nel mondo e gli oltre 16mila dipendenti, Menarini è una delle case farmaceutiche più importanti d’Italia. Il loro patrimonio si aggira intorno ai 7,9 miliardi e questo li porta al 196esimo posto della classifica - Rapporto Oxfam 2019: aumenta il divario tra ricchi e poveri nel mondo
  • ©ANSA
    I fratelli Augusto e Giorgio Perfetti sono i proprietari del gigante delle caramelle “Perfetti Van Melle”, fondato dal padre e dallo zio. Un business che vale un patrimonio di 6,6 miliardi e li attesta al 251esimo posto tra i più ricchi del mondo. Negli anni, hanno acquistato il marchio olandese “Van Melle” e quello spagnolo “Chupa Chups”. I due fratelli nono amano la notorietà, vivono in Svizzera e non hanno più alcun ruolo dirigenziale nell’azienda - Chi sono i 26 miliardari che possiedono quanto la metà più povera del mondo
  • ©ANSA
    Al nono posto troviamo altri due fratelli. Sono Paolo e Gianfelice Mario Rocca (nella foto), rispettivamente Ceo e presidente del gruppo industriale Techint. L’azienda è la maggior produttrice di acciaio dell'America Latina e una delle prime trenta al mondo ed è stata fondata dal nonno dei Rocca, Agostino. Paolo risiede in Argentina mentre Gianfelice è in Italia, dove presiede la branca medica dell’azienda (l’Humanitas). La loro fortuna è di 4,9 miliardi e sono al 404esimo posto nel mondo - Rapporto Oxfam 2019: aumenta il divario tra ricchi e poveri nel mondo
  • ©Fotogramma
    Giuseppe De’Longhi, 79 anni, è il presidente dell’omonima azienda, produttrice, tra l’altro, di macchine per il caffè. Il figlio, Fabio, è l’ad della De’Longhi, fondata nel 1902 a Treviso dove rimane attualmente la sua sede. La sua fortuna si aggira intorno ai 4,3 miliardi di dollari ed è al 499esimo posto della classifica di Forbes - Chi sono i 26 miliardari che possiedono quanto la metà più povera del mondo
  • ©ANSA
    Chiude la classifica dei primi dieci italiani Renzo Rosso (63), proprietario del brand Diesel. Il suo patrimonio è di circa 4,1 miliardi di dollari ed è al 527esimo posto al mondo tra i più ricchi. La sua carriera ha inizio a soli 15 anni quando, presa in prestito una macchina per cucire dalla mamma, crea il suo primo modello. Oltre alla Diesel, la sua famiglia ha investito in quote di altri marchi, ad esempio Moncler - Rapporto Oxfam 2019: aumenta il divario tra ricchi e poveri nel mondo

SCELTI PER TE