Traffico aereo 2021, Enac: +52,5% rispetto al 2020, ma -58% rispetto al pre-Covid

Economia
©IPA/Fotogramma

Il traffico aereo italiano nel 2021 ha registrato una forte ripresa rispetto al 2020 ma è in calo rispetto al 2019. I dati dell’Enac riferiscono che l’aeroporto di Roma è al primo posto per il traffico passeggeri e Ryanair è la compagnia di linea e charter al primo posto in Italia

ascolta articolo

Gli italiani hanno ripreso a volare dopo la pandemia. Lo confermano i dati pubblicati dall’Ente nazionale per l’aviazione civile. Nel 2021 c’è stato un aumento del 52,5% del traffico aereo rispetto al 2020 anche se si è registrato un notevole calo di voli in Italia (-58,1%) rispetto al 2019, ultimo anno pre-Covid. Il ritorno alla mobilità - soprattutto nel secondo semestre - è in linea con quanto succede nel resto del mondo, fa sapere l’Enac. Che poi fornisce ulteriori dati sul traffico aereo in questo periodo. Sono 80.464.535 i passeggeri dei voli di linea e charter transitati negli aeroporti italiani nel 2021. Il traffico nazionale (con 42,2 milioni di passeggeri) ha registrato un incremento maggiore, +68% rispetto a quello internazionale ch ha segnato +38% rispetto al 2020 (con 38,3 milioni di passeggeri). 

L’aeroporto di Fiumicino e Ryanair

approfondimento

Estate, dopo il Covid si torna alla normalità: le regole in spiaggia

L'aeroporto di Roma Fiumicino si conferma al primo posto per traffico passeggeri con circa 11,6 milioni. Milano Malpensa con 9,5 milioni ha un'incidenza dell'11,9%, Bergamo con 6,4 milioni ha una quota dell'8%, Catania con 6,1 milioni arriva al 7,6% e Napoli con 4.6 milioni al 5,7%. Per il 2021 la graduatoria complessiva dei collegamenti nazionali e internazionali di linea e charter vede al primo posto la compagnia Ryanair con 20,7 milioni di passeggeri, seguita da Wizz Air , con 5,1 milioni di passeggeri e da Alitalia con 4,9 milioni di passeggeri. A livello di traffico nazionale le compagnie che nel 2021 hanno superato 1 milione di passeggeri trasportati sono Ryanair con 7,8 milioni di passeggeri; Alitalia con 3,8 milioni di passeggeri; EasyJet con 2,2 milioni di passeggeri; Volotea con 2,2 milioni di passeggeri; Wizz Air con 1,8 milioni di passeggeri; Malta Air

con 1,25 milioni di passeggeri. 

Il traffico di aviazione generale in Italia

approfondimento

Ucraina, partito da Malpensa volo cargo con 21 tonnellate di aiuti

L'Enac riferisce che i movimenti complessivi del 2021 sono stati oltre 737.000, con un aumento del 33,8% rispetto al 2020. Il settore cargo nel 2021 ha registrato un totale di oltre 1 milione di tonnellate movimentate con una crescita del +31,5% rispetto al 2020. Diversi infine i risultati del traffico di aviazione generale per il quale si segnala un'importante crescita: con circa 333 mila movimenti e una variazione del +28,2% rispetto ai dati 2020 vengono superati i livelli 2019 pre-pandemia.

Di Palma (Enac), si intravede ripresa completa

approfondimento

Covid, lavoro: resta protocollo fino a giugno con obbligo mascherina

 "I passeggeri hanno ricominciato a viaggiare e ad avere fiducia nel trasporto aereo. Comincia a intravedersi una ripresa completa e, speriamo veloce". Lo afferma il presidente dell'Enac Avvocato dello Stato Pierluigi Di Palma, commentando i dati sul traffico aereo del 2021. "La crisi determinata dalla pandemia da Covid-19  ha radicalmente cambiato il nostro mondo dove nulla è più come prima. Ha condizionato la vita di ognuno di noi coinvolgendo ogni sfera della nostra quotidianità tra cui la consuetudine ai viaggi, sia business, sia turistici” ha aggiunto Di Palma.

Giovannini: dati Enac indicano ottimismo per futuro

approfondimento

Ferrovie: Trenitalia, consegnati altri 2 treni Pop

 "I dati positivi del traffico aereo forniti dall'Enac ci fanno guardare con ottimismo al futuro di un settore strategico, che ha particolarmente sofferto durante la crisi sanitaria". Lo dichiara il ministro delle Infrastrutture e della Mobilita' Sostenibili, Enrico Giovannini. "Il ritorno alla normalita' - prosegue Giovannini - e' legato all'aumento della propensione alla mobilita' che deve avvenire sempre in piena sicurezza. Molto dipendera' dai comportamenti individuali anche in questa fase di alleggerimento delle misure di protezione: quanto piu' responsabili saranno tanto piu' il settore potra' tornare ai livelli esistenti prima della pandemia e assicurare un servizio di qualita' per gli spostamenti anche in vista dell'estate" prosegue Giovannini che parla di un progetto ambizioso: il Ministero è impegnato insieme a Enac alla predisposizione del nuovo Piano Nazionale degli Aeroporti che valorizzerà  la rete aeroportuale nazionale partendo dalla concreta domanda di mobilità con particolare attenzione allo sviluppo delle forme di intermodalità, in primis con la rete ferroviaria".

 

Economia: I più letti