Canone Rai, stop al pagamento in bolletta dal 2023

Economia
©Ansa

Secondo Italia Oggi, che cita fonti della Commissione europea, il canone tv rimarrà nella bolletta dell’elettricità solo fino alla fine del 2022. L’obiettivo è rispettare gli obiettivi del Piano di ripresa e resilienza, eliminando gli “oneri impropri” dei costi dell'energia

Stop al canone Rai in bolletta dal 2023. Lo riporta ItaliaOggi che cita fonti della Commissione europea, mentre a Bruxelles è in corso l’analisi delle misure italiane nell'ambito del Pnrr. Per rispettare gli obiettivi del Piano di ripresa e resilienza, il nostro Paese dovrà eliminare il canone tv dagli “oneri impropri” dei costi dell'energia.

L’obiettivo dello stop

vedi anche

Rincari, dai biglietti aerei alle bollette: classifica degli aumenti

L’eliminazione del canone Rai dalla bolletta dell’elettricità, spiega Italia Oggi, non dovrebbe avvenire tramite il ddl concorrenza ma con la riforma relativa al mercato dell'energia. “La decisione di esecuzione del Consiglio sul piano italiano di ripresa e resilienza comprende misure volte a garantire la diffusione della concorrenza nei mercati al dettaglio dell'elettricità”, spiega al quotidiano un portavoce di Bruxelles: fra queste, anche togliere ai fornitori l’obbligo di riscuotere oneri non legati al settore elettrico, come il canone tv. 

Cos’è il canone Rai

vedi anche

Allarme Natale, la carenza di materie prime fa aumentare i prezzi

Il canone Rai in bolletta, il cui importo è 90 euro l’anno, è dovuto da chiunque abbia un apparecchio televisivo e si paga una sola volta all’anno e una sola volta a famiglia, a condizione che i familiari abbiano la residenza nella stessa abitazione. L’introduzione della cifra nella bolletta è stata voluta nel 2015 dall’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi, con l’obiettivo di contrastare l’evasione.

Economia: I più letti