Scadenze fiscali giugno 2020, calendario completo e date da ricordare

Economia

Sono oltre un centinaio tra versamenti, dichiarazioni, comunicazioni e adempimenti contabili gli appuntamenti previsti dalla Agenzia delle entrate per i contribuenti. Le date da cerchiare in rosso sono: 1, 16, 22, 25 e 30 giugno

Giugno è un mese fitto di scadenze fiscali. Sono oltre un centinaio tra versamenti, dichiarazioni, comunicazioni e adempimenti contabili gli appuntamenti previsti per i contribuenti. Il decreto Rilancio ha rinviato alcuni impegni fiscali per l’emergenza Coronavirus che ha costretto molte attività a chiudere i battenti durante il lockdown, ma al momento non c'è alcuna proroga per i versamenti di giugno. Non è escluso, però, che le scadenze possano essere posticipate da ulteriori provvedimenti governativi. Al momento, sul sito dell’Agenzia delle entrate è disponibile il calendario con tutte le scadenze previste nelle date 1, 16, 22, 25 e 30 giugno. C’è anche una pagina che divide i pagamenti e le comunicazioni a seconda del contribuente: dipendenti, pensionati, persone fisiche, imprenditori, artigiani, commercianti, società e così via. Ecco quali sono le scadenze previste dal calendario fiscale per il mese di giugno 2020 (DECRETO RILANCIO, LO SPECIALE).

Le scadenze dell'1 giugno

  • Pagamento dell'addizionale erariale alla tassa automobilistica (c.d. superbollo), pari a venti euro per ogni kilowatt di potenza del veicolo superiore a 185 Kw, ridotta dopo cinque, dieci e quindici anni dalla data di costruzione del veicolo rispettivamente al 60%, al 30% e al 15%. (Attenzione: Non è più dovuta decorsi venti anni dalla data di costruzione)
  • Versamento dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale dovuta sui vaglia cambiari e sulle fedi di credito emessi relativamente al 1° trimestre del 2020
  • Versamento dell'imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di aprile 2020 nonché gli eventuali conguagli dell'imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di marzo 2020
  • Pagamento tasse automobilistiche (bollo auto)
  • Liquidazione e versamento dell'Iva relativa agli acquisti intracomunitari registrati nel mese precedente
  • Liquidazione e versamento dell'Iva relativa agli acquisti intracomunitari registrati nel mese precedente
  • Versamento dell'imposta di registro sui contratti di locazione e affitto stipulati in data 01/05/2020 o rinnovati tacitamente con decorrenza dal 01/05/2020. (Attenzione: Il versamento può essere differito al 30 giugno 2020, senza applicazione di sanzioni)
  • Dichiarazione mensile degli acquisti di beni e servizi da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato effettuati dagli enti non soggetti passivi IVA e dagli agricoltori esonerati (Modello INTRA 12). (Attenzione: l'adempimento può essere effettuato entro il 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni)
  • Presentazione della "Denuncia dell'imposta sulle assicurazioni dovuta sui premi ed accessori" incassati nell'esercizio annuale precedente. (Attenzione: l'adempimento può essere effettuato entro il 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni)
  • Presentazione della "Denuncia dell'imposta sulle assicurazioni dovuta sui premi ed accessori" incassati nell'esercizio annuale precedente, distinguendo i premi stessi per categoria e per aliquota applicabile. (Attenzione: l'adempimento può essere effettuato entro il 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni)
  • Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati, riferiti al mese solare precedente, relativi ai soggetti con i quali sono stati intrattenuti rapporti di natura finanziaria. (Attenzione: l'adempimento può essere effettuato entro il 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni)
  • Comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche IVA effettuate nel primo trimestre solare del 2020, da effettuare utilizzando il modello "Comunicazione liquidazioni periodiche IVA". (Attenzione: l'adempimento può essere effettuato entro il 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni)
  • Scadenza del termine per effettuare l'estromissione agevolata dei beni strumentali (Attenzione: l'adempimento può essere effettuato entro il 30 giugno 2020 senza applicazione di sanzioni).

approfondimento

Decreto Rilancio, le misure per lavoratori e famiglie. FOTO

Le scadenze del 16 giugno

  • Versamento dell'imposta sugli intrattenimenti relativi alle attività svolte con carattere di continuità nel mese precedente
  • Versamento della rata relativa al canone Rai
  • Versamento della rata relativa al canone Rai trattenuta ai pensionati
  • Versamento dell'imposta sulle transazioni finanziarie (c.d. Tobin Tax)
  • Versamento dell'imposta sulle negoziazioni ad alta frequenza relative ad azioni e strumenti finanziari (c.d. Tobin Tax)
  • Versamento 4° rata del saldo IVA relativo all'anno d'imposta 2019 risultante dalla dichiarazione annuale, aumentando dello 0,33% mensile – dovuto a titolo di interessi – l'importo di ogni rata successiva alla prima (per la presente rata, 0,99%)
  • Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di agenzia corrisposte nel mese precedente
  • Versamento ritenute alla fonte su indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto corrisposte nel mese precedente
  • Versamento ritenute alla fonte su interessi e redditi di capitale vari corrisposti o maturati nel mese precedente
  • Versamento ritenute alla fonte su redditi derivanti da perdita di avviamento commerciale corrisposti nel mese precedente
  • Versamento ritenute alla fonte su contributi, indennità e premi vari corrisposti nel mese precedente
  • Versamento ritenute alla fonte su redditi derivanti da riscatti di polizze vita corrisposti nel mese precedente
  • Versamento ritenute alla fonte su premi e vincite corrisposti o maturati nel mese precedente
  • Versamento ritenute alla fonte su cessione titoli e valute corrisposti o maturati nel mese precedente
  • Versamento ritenute alla fonte su redditi di capitale diversi corrisposti o maturati nel mese precedente
  • Versamento ritenute alla fonte su rendite AVS corrisposte nel mese precedente
  • Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al mese precedente
  • Liquidazione e versamento dell'Iva relativa al secondo mese precedente
  • Liquidazione e versamento mensile IVA
  • Versamento dell'IVA dovuta dalle pubbliche amministrazioni non soggetti passivi IVA a seguito di "scissione dei pagamenti”
  • Versamento della 4° rata del saldo IVA relativa all'anno d'imposta 2019 risultante dalla dichiarazione IVA annuale, con la maggiorazione dello 0,99% a titolo di interessi
  • Versamento dell'imposta sostitutiva dell'Irpef e delle addizionali regionali e comunali sulle somme erogate ai dipendenti, nel mese precedente, in relazione a incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione
  • Imposta sostitutiva su ciascuna plusvalenza o altro reddito diverso realizzato in regime di risparmio amministrato
  • Versamento dell'imposta sostitutiva applicata su ciascuna plusvalenza realizzata nel secondo mese precedente (regime del risparmio amministrato)
  • Versamento dell'imposta sostitutiva risultante dal "conto unico" relativo al mese precedente, sugli interessi, premi ed altri frutti delle obbligazioni e titoli similari, emessi da Banche, S.p.a. quotate ed Enti Pubblici
  • Versamento dell'imposta sostitutiva risultante dal "conto unico" relativo al mese precedente, sugli utili delle azioni e dei titoli immessi nel sistema di deposito accentrato gestito dalla Monte Titoli S.p.a.
  • Versamento dell'imposta sostitutiva sul risultato maturato delle gestioni individuali di portafoglio (regime del risparmio gestito) in caso di revoca del mandato di gestione nel secondo mese precedente
  • Comunicazione all'Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitabile e accreditabile nelle fatture emesse dalle imprese elettriche riferiti al mese precedente
  • Emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese solare precedente, e delle fatture riferite alle prestazioni di servizi individuabili attraverso idonea documentazione effettuate nel mese solare precedente
  • Registrazione per Pro-loco e associazione sportiva dilettantistica dell'ammontare dei corrispettivi e di qualsiasi provento conseguito nell'esercizio di attività commerciali, con riferimento al mese precedente
  • Versamento del 40% dell'imposta sostitutiva dell'Irpef e dell'Irap nella misura dell'8% della differenza tra il valore normale di tali beni ed il relativo valore fiscalmente riconosciuto
  • Registrazione, anche cumulativa, delle operazioni per le quali è rilasciato lo scontrino fiscale o la ricevuta fiscale, effettuate nel mese solare precedente

approfondimento

Fisco e decreto Rilancio: tutte le novità

Le scadenze del 22 giugno e del 25 giugno

  • 22 giugno: comunicazione all'Agenzia delle Entrate dei dati di dettaglio relativi al canone TV addebitato, accreditato, riscosso e riversato nel mese precedente.
  • 25 giugno: presentazione degli elenchi riepilogativi (INTRASTAT) delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi rese nel mese precedente nei confronti di soggetti UE.

Le scadenze del 30 giugno

  • Presentazione, in formato cartaceo, della dichiarazione dei redditi del contribuente deceduto e della scelta per la destinazione dell'otto per mille, del cinque per mille e del due per mille dell'Irpef
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'acconto d'imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'addizionale IRES nella misura del 25% sulla produzione e vendita di materiale pornografico o di incitamento alla violenza (c.d. tassa etica), a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'addizionale delle imposte sui redditi nella misura del 25% sulla produzione e vendita di materiale pornografico o di incitamento alla violenza (c.d. tassa etica), a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'addizionale all'Ires pari al 4% dell'utile prima delle imposte risultante dal conto economico qualora dallo stesso risulti un'incidenza fiscale inferiore al 19%, dovuta a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'addizionale IRES nella misura del 2,5% per gli intermediari finanziari, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'addizionale regionale all'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, dovuta per l'anno d'imposta 2019, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'addizionale comunale all'Irpef risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento della 3° rata bimestrale dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale relativa alla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio 2020
  • Versamento della 3° rata bimestrale dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale dovuta sugli assegni bancari e postali in forma libera in circolazione (Attenzione: la rata deve essere versata mediante integrazione della rata bimestrale liquidata dall'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate sulla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio)
  • Versamento della 3° rata bimestrale dell'imposta di bollo assolta in modo virtuale dovuta sui vaglia postali in forma libera in circolazione (Attenzione: la rata deve essere versata mediante integrazione della rata bimestrale liquidata dall'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate sulla dichiarazione presentata entro il 31 gennaio)
  • Versamento dell'imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di maggio 2020 nonché gli eventuali conguagli dell'imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese di aprile 2020
  • Versamento dell'imposta sulle riserve matematiche dei rami vita iscritte nel bilancio d'esercizio
  • Versamento dell'imposta sulle riserve matematiche dei rami vita iscritte nel bilancio d'esercizio relative ai contratti di assicurazione stipulati da soggetti residenti in Italia
  • Versamento dell'imposta sul valore dei contratti assicurativi
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati, risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'imposta sul valore degli immobili situati all'estero, a qualsiasi uso destinati, dovuta dal contribuente/ fiduciante a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'imposta sul valore delle attività finanziarie detenute all'estero, risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'acconto d'imposta in misura pari al 20% dei redditi sottoposti a tassazione separata da indicare in dichiarazione e non soggetti a ritenuta alla fonte, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come 1° rata, dell'imposta sui redditi soggetti a tassazione separata, a ritenuta a titolo d'imposta o a imposta sostitutiva derivanti da pignoramento presso terzi dovuta dal creditore pignoratizio, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'imposta sostitutiva operata nella forma della "cedolare secca", a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento delle ritenute sui redditi di lavoro autonomo operate nell'anno 2019
  • Versamento ritenute alla fonte su provvigioni corrisposte nell'anno 2019
  • Versamento ritenute alla fonte su indennità per cessazione del rapporto di agenzia corrisposte nell'anno 2019
  • Versamento ritenute operate dai condomini sui corrispettivi pagati nel periodo dicembre 2019 – maggio 2020 per prestazioni relative a contratti d'appalto, di opere o servizi effettuate nell'esercizio d'impresa il cui importo non abbia raggiunto la soglia di EUR 500 al 31 maggio 2020
  • Liquidazione e versamento dell'Iva relativa agli acquisti intracomunitari registrati nel mese precedente
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, del saldo IVA relativa all'anno 2019 risultante dalla dichiarazione IVA annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2020 – 30/06/2020
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, della maggiorazione IRES del 10,5%, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione, dell'Ires e dell'Irap sul riallineamento totale delle divergenze (saldo globale) a seguito dell'adozione degli IAS/IFRS, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'Ires, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione, dell'Ires e dell'Irap sul riallineamento totale delle divergenze (saldo globale) a seguito dell'adozione degli IAS/IFRS, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'Irap risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento della rata dell'imposta sostitutiva dell'Ires e dell'Irap sulle plusvalenze realizzate all'atto del conferimento di immobili e di diritti reali su immobili nelle SIIQ o nelle SIINQ. Sulle rate successive alla prima si applicano gli interessi nella misura del tasso di sconto aumentato di un punto percentuale, da versare contestualmente al versamento di ciascuna delle predette rate
  • Versamento dell'imposta sostitutiva dell'Irpef, dell'Ires e dell'Irap sulle deduzioni extracontabili. (Attenzione: l'imposta sostitutiva deve essere versata obbligatoriamente in tre rate annuali; sulla seconda e sulla terza sono dovuti gli interessi nella misura del 2,5% annuali)
  • Versamento dell'imposta sostitutiva dell'Ires sui disallineamenti tra valori civili e valori fiscali derivanti dalla adesione al regime del consolidato e della trasparenza, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione, dell'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi con aliquota del 19% sulle plusvalenze realizzate a seguito delle operazioni di conferimento di beni o aziende a favore dei CAF residenti, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento della rata dell'imposta sostitutiva dell'Ires e dell'Irap sulle plusvalenze realizzate su immobili destinati a locazione. Sulle rate successive alla prima si applicano gli interessi nella misura del tasso di sconto aumentato di un punto percentuale, da versare contestualmente al versamento di ciascuna delle predette rate
  • Versamento della rata dell'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell'Irap sui maggiori valori iscritti in bilancio in occasione di operazioni di conferimento di aziende, fusioni e scissioni. N. B. Sulla seconda e sulla terza rata sono dovuti gli interessi annuali nella misura del 2,5%
  • Versamento, in unica soluzione, dell'imposta sostitutiva dell'Irpef, dell'Ires e dell'Irap, nella misura del 16% ,sui maggiori valori attribuiti all'avviamento, ai marchi d'impresa e ad altre attività immateriali e nella misura del 20% sui maggiori valori attribuiti ai crediti, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione, dell'imposta sostitutiva delle imposte sui redditi con aliquota del 19% sulle plusvalenze realizzate a seguito delle operazioni di cessione di beni, di aziende o rami di azienda a favore dei CAF, senza alcuna maggiorazione
  • Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell'imposta sostitutiva dell'IRPEF e delle addizionali regionali e comunali e dell'IRAP dovuta in base alla dichiarazione dei redditi REDDITI Persone Fisiche 2020, a titolo di saldo per l'anno 2019 e di primo acconto per l'anno 2020, senza alcuna maggiorazione
  • Presentazione, in formato cartaceo, della dichiarazione dei redditi modello "REDDITI Persone Fisiche 2020" e della scelta per la destinazione dell'otto per mille, del cinque per mille e del due per mille dell'Irpef
  • Dichiarazione mensile degli acquisti di beni e servizi da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato effettuati dagli enti non soggetti passivi IVA e dagli agricoltori esonerati (Modello INTRA 12)
  • Presentazione del modello "Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato" per dichiarare che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di utenza elettrica è detenuto un apparecchio TV da parte di alcun componente della stessa famiglia anagrafica
  • Comunicazione all'Anagrafe Tributaria dei dati, riferiti al mese solare precedente, relativi ai soggetti con i quali sono stati intrattenuti rapporti di natura finanziaria
  • Comunicazione annuale dei dati relativi ai contratti di locazione breve.

approfondimento

Decreto Rilancio, bonus e detrazioni: vademecum Agenzia delle Entrate

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.