Manovra, lettera Italia a Ue: le stime sono prudenti, con calo spread miglioreremo i saldi

Economia

Il ministro dell’Economia Gualtieri ha fornito le sue valutazioni nella missiva di risposta ai rilievi dei commissari Ue sulla legge di bilancio: “Stime prudenti, l'obiettivo è superare target sul controllo spesa e la tax compliance. Non c'è deviazione significativa”

"Confidiamo che i nostri sforzi di consolidamento fiscale e di riforma strutturale porteranno ad un'ulteriore riduzione dello spread, producendo risparmi di bilancio sulla spesa per interessi e un ulteriore miglioramento del saldo strutturale". Così il governo italiano, in particolare il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, replica alla lettera della Ue sui rilievi alla manovra italiana (LA LETTERA INTEGRALE)

Italia a Ue: stime prudenti

Le stime contenute nel Dpb "sono abbastanza prudenti", non tengono conto dell'impatto sul gettito del piano per "la promozione" dei pagamenti digitali, ha scritto il ministro Gualtieri nella lettera di risposta ai rilievi Ue, sottolineando che l'obiettivo è di "superare di gran lunga" le stime sia del controllo della spesa sia della "tax compliance” (ECCO LO SCHEMA DELLA MANOVRA - QUANTO COSTERANNO LE DIVERSE MISURE).

“Non c'è deviazione significativa”

Il progetto di bilancio per il 2020, si legge nella lettera dell'Italia per Bruxelles, "non costituisce una deviazione significativa" dalle regole. Il ministro dell'Economia, replicando ai commissari Ue Dombrovskis e Moscovici, aggiunge: il deficit strutturale mostra un "leggero deterioramento", dello 0,1%, ma l'output gap peggiora perché l'economia italiana sarà ancora in una situazione difficile. In più c'è la richiesta di 0,2 punti di flessibilità per eventi eccezionali.

Italia a Ue: 3 mld da evasione, stima rigorosa

"Le misure di contrasto all'evasione fiscale vengono quantificate in maniera prudente ma rigorosa e ammontano complessivamente a circa 3 miliardi di euro", si legge nella lettera di Gualtieri pubblicata anche dal sito del Mef.

Nuovo 'freezing' su quota 100

L'Italia introdurrà, come l'anno scorso, un meccanismo di "freezing", congelando "temporaneamente" delle spese in attesa di verificare i risparmi attesi da Quota 100 anche per gli anni 2020-2022. Nella missiva destinata a Bruxelles, viene precisato che i fondi saranno rilasciati in sede di assestamento a metà anno. Sarà congelata la differenza tra le stime originarie di quota 100 e il dato effettivo di adesione.

Lo schema della manovra

Già nella serata di mercoledì 23 ottobre, è emerso lo scheletro della manovra, contenuto in una bozza di sei pagine, che accompagna la lettera di risposta del governo all'Unione Europea. Molte delle misure fanno parte da tempo del pacchetto, altre sono nuove, di altre sono stati definiti i dettagli. Ci sono 5 miliardi da micro-tasse, 6,5 miliardi da decreto fiscale, la rivalutazione delle pensioni per 2 milioni e mezzo di persone, il fondo per le famiglie, la sugar e la plastic tax, e poi le tasse sulle sigarette, l'aumento della cedolare secca e l'abolizione dei superticket.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.