Nuovo attentato nel Foggiano, sindaco: “Stato non ci lasci soli”

Cronaca

L’automobile di Generoso Rignanese, assessore comunale di Monte Sant’Angelo con deleghe al Bilancio e alle Attività produttive ed esponente del Partito Democratico, è stata oggetto di un atto incendiario nel cuore della notte

Il sindaco di Mattinata, Michele Bisceglia, affida a Facebook il suo sfogo e il suo appello al governo all’indomani dall’attentato subito da un assessore comunale di Monte Sant’Angelo. “Quali garanzie abbiamo noi amministratori locali? In trincea dalla mattina alla sera senza alcuna tutela” scrive il primo cittadino del paese foggiano. “No. Non va bene. Non va bene per niente”.

L'appello del primo cittadino

approfondimento

Mafia foggiana, cosa sappiamo sui clan più sottovalutati in Italia

"Noi che crediamo nello Stato - scrive il sindaco Bisceglia nel suo profilo Facebook - noi che ogni giorno cerchiamo, con tanta umiltà, di onorare il ruolo istituzionale che rivestiamo diciamo basta a questo scempio. Noi che crediamo nello Stato chiediamo che lo Stato ci sia vicino. Davvero”. E poi le parole di vicinanza a Generoso Rignanese a cui è stata incendiata l’automobile: “Amico mio, ti giunga la vicinanza e la solidarietà dell'intera Comunità di Mattinata".

L'attentato

approfondimento

Attentati Foggia, Lamorgese: "Rinforzi e intervento strutturale Stato"

Quello di ieri notte è stato l'ennesimo attentato nella provincia, tre giorni dopo la visita nel capoluogo del ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese. L’automobile di Rignanese, assessore comunale di Monte Sant’Angelo con deleghe al Bilancio e alle Attività produttive ed esponente del Partito Democratico, è stata oggetto di un atto incendiario nel cuore della notte. “Il paese garganico è nel terrore – commenta il deputato foggiano del Movimento 5 Stelle Giorgio Lovecchio - visto che sono atti che si ripetono, che era accaduto al sindaco Pierpaolo D'Arienzo e che il paese è da tempo sotto scacco della mafia”.

Cronaca: i più letti