Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena. I legali: "Giusto epilogo"

Cronaca
©Getty

Il presidente di Forza Italia, e il pianista di Arcore, Danilo Mariani, sono stati assolti perché il fatto non sussiste, nell'ambito del processo dove erano imputati per corruzione in atti giudiziari. "Grandissimo risultato", il commento di uno dei legali del Cavaliere

Silvio Berlusconi e il pianista di Arcore, Danilo Mariani, sono stati assolti perché il fatto non sussiste, nell'ambito del processo Ruby ter a Siena, dove erano imputati per corruzione in atti giudiziari. La sentenza del tribunale è arrivata nel pomeriggio del 21 ottobre, dopo circa un'ora di camera di consiglio (TUTTI I PROCESSI FINO AL RUBY TER). "Grandissimo risultato, tutti e due assolti con formula piena: sono veramente contento. Non stupito: è il giusto epilogo di questo processo che forse si doveva fermare un po' prima", ha commentato uno dei legali di Silvio Berlusconi, Enrico De martino, al termine del processo.

L'accusa aveva chiesto 4 anni

leggi anche

Ruby Ter, Guerra e Sorcinelli: “Dopo udienza telefonata da Berlusconi”

Secondo il tribunale, il leader di Fi non avrebbe pagato Mariani per indurlo a falsa testimonianza sulle serate ad Arcore, come invece sosteneva la procura che aveva chiesto per entrambi 4 anni di reclusione. Al centro delle contestazioni dell'accusa una serie di bonifici, alcuni con causale e altri senza, effettuati dall'ex premier al pianista tra il 2011 e il 2013 per un ammontare complessivo di 170mila euro. Sempre il tribunale di Siena, ma un altro collegio, lo scorso 13 maggio aveva invece condannato a due anni di reclusione per falsa testimonianza Mariani nell'ambito dello stesso processo, con stralcio poi della sua posizione e di quella del Cavaliere per la corruzione e nuova udienza, davanti a un nuovo collegio, fissata per oggi.

Berlusconi "sollevato e soddisfatto"

leggi anche

Inchiesta escort, Cassazione condanna Tarantini a 2 anni e 10 mesi

 Il presidente di Forza Italia, nel giorno della sentenza, ha partecipato al pre-vertice del Ppe a Bruxelles, per poi rientrare in Italia. "Ho sentito Berlusconi poco fa, è evidentemente sollevato e soddisfatto", ha riferito l'avvocato Federico Cecconi, uno dei legali del Cavaliere, poco dopo la sentenza.

I processi di Berlusconi

Con la sentenza del tribunale di Siena si è chiuso per Berlusconi il primo dei tre processi sul caso Ruby ter, ossia su quei presunti versamenti a ragazze ospiti delle serate di Arcore e ad altri testimoni, come il pianista di Villa San Martino Danilo Mariani. Testi pagati - questa l'ipotesi d'accusa cancellata per ora a Siena - per portare la versione delle "cene eleganti" nei processi sul caso Ruby. Per l'ex premier, però, sono ancora in corso i dibattimenti di altri due filoni, quello principale a Milano e un altro a Roma. Altri guai giudiziari pendenti per il Cavaliere sono il processo a Bari per la vicenda 'escort-Tarantini' e l'inchiesta a Firenze per le stragi di mafia.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24