Vaccino Covid, Figliuolo: "Dopo over 65, dosi per giovani in vacanza e nelle scuole"

Cronaca
©Ansa

In un’intervista rilasciata al quotidiano Repubblica, il generale e commissario straordinario all’emergenza ha parlato del piano vaccinazioni che prevedrebbe di "utilizzare strutture presso centri montani o estivi, che potrebbero dare un appeal a quel tipo di utenti". Sul coprifuoco: " Se scende l’Rt, misure meno restrittive"

"Dopo gli over 65 vaccineremo i più giovani in vacanza e nelle scuole". Questo l’annuncio di Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario all'emergenza Covid in un'intervista rilasciata al quotidiano Repubblica. Guardando all'estate, il generale ha spiegato che sta pensando a luoghi ad hoc dove poter vaccinare, ovvero di "utilizzare strutture presso centri montani o estivi, che potrebbero dare un appeal a quel tipo di utenti". Lo stesso commissario ha poi parlato anche del numero di vaccinazioni giornaliere e del coprifuoco (COVID: GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE).

"Possiamo fare molto più delle 500mila vaccinazioni al giorno"

leggi anche

Vaccino, Pfizer/BioNTech: richiesto l’ok all’Ema anche per i 12-15enni

Sui numeri, Figliuolo è fiducioso: "Non posso dire che domani riusciremo a fare un milione di vaccini, ma intanto sono sicuro che la macchina possa salire molto più su dei 500mila. Non dobbiamo fare scorte, ma veleggiare tra l'88 e il 92% di dosi utilizzate rispetto alle consegne". Poi, sulle strutture e le disponibilità aggiunge: "In Italia c’è tutto, grazie a Speranza abbiamo accordi con i medici di famiglia. Hanno aderito 30mila, con 10 fiale al giorno siamo a 300mila. Poi ci sono 10mila farmacie. E 60mila dosi le possono fare i dentisti".

"Mettiamo in sicurezza gli over 65. Poi idea walk-in"

leggi anche

Vaccini Covid, Speranza: "Ieri somministrate oltre 500mila dosi"

Per quanto riguarda invece le priorità sulle categorie da vaccinare, Figliuolo conferma: "A brevissimo apriremo le prenotazioni fino a 55 anni per chi ha comorbidità legate ai codici di esenzione: malattie neurologiche, del cuore, ipertensione, trapiantati. Nel frattempo mettiamo in sicurezza gli over 65. Poi, con l’arrivo massiccio delle dosi, vogliamo dare i vaccini ai centri aziendali e aumentare la capacità di somministrazione". Durante l’intervista, Figliuolo parla anche di una possibile novità: "Coperti gli over 65, la mia idea, ancora non condivisa con chi prenderà la decisione finale, è di dire a tutti quelli che hanno più di 30 anni: andate e vaccinatevi. Poi ovviamente continueremo a immunizzare anche l’ultimo dei fragili. Ma quando gli scienziati ci diranno che l’incidenza della malattia non è rilevante per le diverse fasce d’età, vorrei che si dicesse: chi ha più di 30 anni si presenta e si vaccina. Poi decideremo le modalità con le Regioni, anche per evitare le resse che abbiamo visto".

"Coprifuoco? Se scende l’Rt misure meno restrittive"

leggi anche

Covid, possibile coprifuoco in Italia alle 23: quando si decide

Alla domanda sulla necessità del coprifuoco, Figliuolo sottolinea: "Il Cts risponde di norma a queste domande e poi il governo si assume la responsabilità. È chiaro che più vacciniamo, più entriamo nella bella stagione, più i cittadini seguono le regole, meglio va. Scende l’Rt. Se così sarà, ritengo che l’esecutivo andrà verso misure meno restrittive". 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24