Legionella a Bari, sgomberato l'Istituto Oncologico per presenza batterio nelle tubature

Cronaca

I pazienti ricoverati sono 65. Gli accertamenti tecnici sono stati disposti dopo la morte di una paziente 66enne, il 7 marzo scorso. Sul caso indaga la Procura

Per l'accertata presenza del batterio della legionella nel reparto di oncologia interventistica dell'Istituto Oncologico Giovanni Paolo II di Bari, la direzione sanitaria dell'ospedale ha disposto la sanificazione di tutti gli impianti idrici e lo sgombero di tutti i reparti. Attualmente i pazienti ricoverati sono 65. Una decina saranno trasferiti in altre strutture ospedaliere della provincia mentre gli altri saranno dimessi come era già previsto. Proseguono, invece, le attività ambulatoriali, programmate fino alle 14 di oggi 26 marzo. Le operazioni di sanificazione saranno eseguite domani e domenica e l'ospedale conta di riprendere la regolare attività già da lunedì.  

La donna morta positiva alla legionella e al Covid

approfondimento

Legionella, cos’è e quali sono i sintomi

Gli accertamenti tecnici sulla presenza di legionella sono stati disposti dopo la morte di una paziente 66enne, il 7 marzo scorso. Sul caso la Procura ha aperto un'indagine e i carabinieri del Nas nei giorni scorsi hanno acquisito tutta la documentazione clinica. La donna, paziente oncologica ricoverata nel reparto dove è stata poi verificata la presenza del batterio nelle tubature, è risultata positiva alla legionella e anche al Covid e la famiglia ha presentato una denuncia. 

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24