Giornata della Memoria 2021, eventi e iniziative in Italia da seguire anche in streaming

Cronaca
©Ansa

A causa dell’emergenza Covid-19, quest’anno gran parte degli incontri si trasferiscono dalle varie città allo streaming online. Da Milano a Roma fino a Napoli, sono tanti gli appuntamenti da segnare e ai quali partecipare via web da ogni parte del Paese, a cominciare dall’intervista a Sami Modiano da seguire su Facebook. Una serie di speciali in onda anche su Sky

Il 27 gennaio è la Giornata della Memoria e, anche per il 2021, sono tantissimi gli eventi organizzati in ogni parte d’Italia per ricordare le violenze della Shoah. In questo giorno del 1945, le truppe sovietiche entrarono nel campo di concentramento di Auschwitz, dove sono morti migliaia di deportati (LA STORIA). Obiettivo della giornata internazionale è non dimenticare quanto accadde nei lager. Con seminari, incontri, mostre e concerti, ogni città prepara una serie di appuntamenti con testimonianze del genocidio avvenuto tra il 1939 e il 1945. A causa dell’emergenza Covid-19, quest’anno la gran parte delle iniziative sarà fruibile online da ogni parte del Paese.

Le iniziative a Milano

leggi anche

Morto a Milano Nedo Fiano, uno degli ultimi sopravvissuti di Auschwitz

Tanti gli eventi organizzati a Milano, a partire da “Note per la Shoah” che proporrà le colonne sonore di film dedicati all’Olocausto scritte dal maestro Ennio Morricone (GLI EVENTI). Registrate il 23 gennaio, a porte chiuse causa emergenza coronavirus, nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano, saranno trasmesse il 27 gennaio alle 21.00 sulla pagina Facebook del Conservatorio e su quella dell’Associazione Figli della Shoah. L’appuntamento verrà trasmesso anche in Tv alle 20.45 in una puntata monografica di “Visioni” su Rai 5. Per l’occasione si esibirà la Verdi Jazz Orchestra, diretta da Pino Jodice, mentre l’attore e musicista Peppe Servillo accompagnerà le musiche con la lettura di testi curati dallo storico Claudio Vercelli.  Dalle 8 del 27 gennaio, porte aperte digitalmente al Memoriale della Shoah del capoluogo lombardo. Dalla pagina Facebook della fondazione sarà possibile procedere per un tour virtuale nella storia del Memoriale. Alle 16, invece, in diretta su Instagram, alcune tra le 30 guide del Memoriale risponderanno a domande e curiosità, creando un dialogo con chi, da casa, vuole conoscere più da vicino il luogo simbolo delle deportazioni.

Le iniziative a Roma

approfondimento

Il campo di concentramento e sterminio di Auschwitz: la storia

Anche la Comunità ebraica di Roma, per la Giornata della Memoria, ha preparato una serie di iniziative online per permettere a tutti di “incontrarsi”, seppur virtualmente (TUTTI GLI EVENTI A ROMA). La mattina del 27 gennaio l’appuntamento è sulla pagina Facebook della Comunità con un incontro con Sami Modiano, sopravvissuto ad Auschwitz, intervistato dalla presidente Ruth Dureghello: un evento indirizzato a tutte le scuole d'Italia che non potranno partecipare a iniziative in presenza. Si tratta di una conversazione intima, nella casa del sopravvissuto, sul significato della Memoria e sull'importanza della speranza al giorno d’oggi. Lunedì 25 gennaio alle ore 18 verrà proiettato, sulla pagina Facebook del Centro di Cultura Ebraica, il concerto-spettacolo "Un volo leggero... per rispondere con la vita" di Evelina Meghnagi e l'Ashira Ensemble. Realizzato grazie al contributo dell'Ambasciata tedesca, il concerto narrerà la storia di Theresienstadt attraverso ricordi, canti, parole, che a Terezin furono composti, scritti, cantati, anche dai bambini. A partire da martedì 26 gennaio alle ore 11, sarà disponibile sulla pagina Facebook della Comunità Ebraica di Roma il video “Le fonti e il metodo della ricerca sulle persecuzioni degli ebrei di Roma (1938-2944)” a cura di Amedeo Osti Guerrazzi, ricercatore della fondazione Museo della Shoah di Roma. Un breve documentario che racconta gli archivi romani più importanti per la ricerca sulla persecuzione antiebraica in Italia. Infine, lunedì 1 febbraio alle ore 18, in diretta streaming sulla pagina Facebook del Museo Ebraico di Roma, la direttrice Olga Melasecchi e Orietta Rossini, archeologa dell’Archivio Capitolino, dialogheranno sulla figura di Ludwig Pollak, il noto archeologo ebreo praghese la cui vita si concluse tragicamente con la deportazione del 16 ottobre 1943 e la morte nel campo di sterminio di Auschwitz.

Le iniziative a Torino

vedi anche

Liliana Segre a Parlamento Europeo: "Antisemitismo c'è ancora". VIDEO

Fitto il programma a Torino realizzato dal Polo del ‘900 (TUTTI GLI EVENTI A TORINO). Il 26 gennaio alle 18 l’appuntamento è sui canali social del Polo con “Dai campi di calcio ad Auschwitz”. Si parte dal libro di Gianni Cerutti, “L’allenatore ad Auschwitz”, alla scoperta della vicenda umana di Árpád Weisz, uno dei più grandi allenatori degli anni Trenta, che per primo introdusse gli schemi nel calcio italiano. Poi l’espulsione dall’Italia, in seguito alle leggi razziali, e la tragica fine nel lager di Auschwitz. Il 27 gennaio, invece, si comincia con la tradizionale posa delle pietre d’inciampo, a cura del Museo Diffuso della Resistenza, a partire dalle 9.30 da parte della squadra tecnica del Comune. Nella stessa giornata verrà pubblicato un video riassuntivo delle pose sui canali social del Museo e del Polo del ‘900. La giornata continua con tanti appuntamenti tra cui il podcast “Il #poloèsempreonline per il Giorno della Memoria”: più voci per ripercorrere le vicende della persecuzione degli ebrei italiani, dalle leggi razziali al 1945 attraverso letture, testimonianze, musiche ed interventi autoriali a partire dal materiale d’archivio del Polo e dei suoi enti. Alle 18 alcuni ragazzi saranno protagonisti di “Adotta un negazionista”, diretta radiofonica su Tradi Radio organizzata dalla Rete Italiana di Cultura Popolare alla ricerca del significato della parola negazionista ieri e oggi.

Le iniziative a Napoli

Il 27 gennaio alle 17.30, per la quinta edizione de “I Musei della Memoria, architetture che raccontano”, la Fondazione culturale Ezio De Felice presenta online l’incontro "I BBPR e il museo-monumento al deportato politico e razziale nei campi di sterminio nazisti di Carpi". Sarà ospite d’eccezione Elena Montanari, autrice del libro “Permanenza e attualità. I BBPR e il Museo-Monumento di Carpi”. L’appuntamento si svolgerà sulla pagina Facebook della Fondazione. Alle 9, invece, sul canale youtube del CIRB sarà possibile partecipare al convegno dedicato al tema "I Giusti tra le Nazioni”.

 

L'evento agli Uffizi

Le Gallerie degli Uffizi di Firenze contribuiscono al Giorno della Memoria prendendo ispirazione dai settecento anni dalla morte di Dante con il tema “Terre di esilio, terre di confino”: la storia di donne e uomini che per dissidenza, per improvvisa disgrazia agli occhi del regime di turno, per mancato o cessato gradimento da parte del potere o del proprio microcosmo sono stati costretti a vivere (e spesso a morire) altrove. La Galleria propone una mattinata di studio, trasmessa sul profilo Facebook martedì 26 gennaio alle 9, cha va idealmente da Ovidio all’Olocausto, passando da Guinizzelli a Dante a Carlo Levi. Come sottofondo alle parole ci saranno le opere degli Uffizi, utili a comprendere l'intreccio fra memoria storica e memoria artistica.

 

Altre iniziative in streaming

Da Venezia, il 27 gennaio alle 11, anche il Teatro Goldoni, come il Polo del ‘900 di Torino, attraverso una trasmissione in differita streaming sui canali social del Comune di Venezia, proporrà il racconto teatrale “Dal campo di calcio ad Auschwitz”, scritto e interpretato da Davide Giandrini, sulla storia dell’allenatore di calcio ungherese Arpad. Dal 20 al 27 gennaio, la pagina Facebook Pietre d’inciampo a Monza e in Brianza propone una serie di eventi online per la giornata della Memoria con numerosi convegni e incontri, mentre da Bologna, in streaming sulla pagina Facebook dell’organizzazione Esperienza. Una associazione, alle 17.30 ci sarà l’evento “La memoria ci fa scegliere la vita” con l’obiettivo di “ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, e a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.

La programmazione di Sky TG24 per la Giornata della Memoria

Anche Sky TG24 celebrerà la giornata attraverso una programmazione dedicata mercoledì 27 gennaio, con servizi, approfondimenti e le immagini delle commemorazioni. All’interno delle principali edizioni del tg sarà proposta l’intervista a Oleg Mandič, il bambino che per ultimo lasciò Auschwitz e chiuse le porte del campo, a cura di Cristiana Mancini, e un’intervista di John Pedeferri a Francesco Lotoro, autore che ha raccolto la produzione artistica dei musicisti rinchiusi nei campi di concentramento nazisti, mettendo assieme oltre 8.000 partiture di musica scritta nei campi. Inoltre, ci sarà un servizio di Gaia Mombelli sui libri per l’infanzia che raccontano l’orrore dei campi e un servizio con le immagini della mostra “Dall’Italia ad Auschwitz”, con molte storie inedite di Rom e prigionieri politici. Il dramma della Shoah sarà ricordato anche all’interno dei programmi di approfondimento: in particolare Sky TG24 Mondo, l’approfondimento di esteri condotto da Renato Coen, proporrà una puntata speciale dedicata all’Olocausto, con esperti e ospiti in studio. Inoltre, tra i contenuti disponibili sul servizio On Demand di Sky, verrà proposto “Avevo 12 anni”, uno speciale di Sky TG24 che racconta l’incontro tra Edith Bruck, scrittrice e poetessa deportata ad Auschwitz da bambina, e 130 studenti delle scuole medie dell’Istituto Comprensivo di via Pincherle di Roma. Un documento che mette insieme memoria del passato e analisi del presente, con la scrittrice che ha portato la sua testimonianza ma soprattutto ha risposto alle domande di giovani studenti, che hanno oggi l’età che aveva la scrittrice quando fu deportata.

La programmazione degli altri canali Sky per la Giornata internazionale della Memoria

Per ricordare le vittime dell’Olocausto, anche gli altri canali Sky propongono una serie di contenuti e appuntamenti per non dimenticare, con una collezione dedicata disponibile on demand e in streaming su NOW TV. Su Sky Cinema per tutta la settimana dal 25 al 31 gennaio il canale Sky Cinema Collection sarà dedicato alla Settimana della Memoria, con alcuni dei film che meglio hanno raccontato la persecuzione e il genocidio degli ebrei e gli orrori perpetrati dai nazisti durante la Seconda guerra mondiale. Tra questi sarà trasmessa anche la prima tv di "Lezioni di persiano", mercoledì 27 gennaio alle 21.15 su Sky Cinema Due e alle 21.45 su Sky Cinema Collection – Settimana della Memoria, film presentato all'ultimo Festival di Berlino. Tra le altre pellicole nella collezione: Schindler's List, JoJo Rabbit, Storia di una ladra di libri, Il giardino dei Finzi Contini. Su Sky Arte il 27 gennaio ci sarà la prima visione alle 21.15 di "L'uomo per bene - lettere segrete di Heinrich Himmler", un importante e convincente documentario che prova a spiegare la storia di uno dei maggiori responsabili degli orrori nazisti, celata dietro una normale vita familiare. A precederlo, alle 20.15 verrà riproposto il documentario "1938, diversi: le leggi razziali del fascismo" e alle 22.45 seguirà il documentario "Chi scriverà la nostra storia", che narra la storia dell’archivio Ringelblum, dove, nel 1940, nel pieno centro del ghetto di Varsavia, Emanuel Ringelblum guidò una resistenza segreta con giornalisti, studiosi e leader della comunità ebraica. Alle 00.30 ci sarà il racconto "Auschwitz - Il processo", sul primo processo al noto campo di concentramento tenutosi a Francoforte, a cavallo tra gli anni ’50 e gli anni ’60. Infine all’1.30 andrà in onda "1938 - Lo sport italiano contro gli ebrei" di Matteo Marani. Anche Sky Sport dedica alla Giornata della Memoria studi, rubriche e approfondimenti. In particolare, il 27 gennaio su Sky Sport Uno e Sky Sport Serie A si alterneranno cinque speciali a tema: "L’Uomo della Domenica – Giovinette" (anche su Sky Sport Football alle 13.30 e alle 18), con il racconto di Giorgio Porrà dedicato al calcio femminile, la storia epica legata alla lotta per i diritti della donna fin dal primo ‘900; #SkyBuffaRacconta il condottiero del Grande Torino, con Federico Buffa che incontra Susanna Egri, presidente della Fondazione Egri per la Danza, per scoprire insieme a lei l’incredibile storia di suo padre, Ernesto Egri Erbstein, l’allenatore del Grande Torino, la leggendaria squadra degli “Invincibili”.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.