Maltempo: allerta rossa in Calabria, venti forti al Centro-Sud

Cronaca
©Ansa

Un’ondata di maltempo sta colpendo le regioni centro meridionali con burrasche e piogge. Allerta rossa su gran parte del versante ionico della Calabria e allerta arancione su Basilicata, gran parte della Puglia e della Campania e su parte della Calabria. Bomba d'acqua a Crotone: disagi e allagamenti, quasi 200 millimetri di pioggia in due ore. Neve a partire dai 900-1000 metri

Un’ondata di maltempo sta colpendo le regioni centro meridionali, con venti forti e piogge. Allerta rossa su gran parte del versante ionico della Calabria e allerta arancione su Basilicata, gran parte della Puglia e della Campania e su parte della Calabria. Bomba d'acqua a Crotone: disagi e allagamenti, quasi 200 millimetri di pioggia in due ore e auto sommerse dal fango. Neve sul Centro Italia a partire dai 900-1000 metri (LE PREVISIONI METEO).

Burrasche e venti forti al Centro-Sud

approfondimento

Meteo, le previsioni di sabato 21 e domenica 22 novembre

La perturbazione che ha colpito ieri il Centro-Sud sta continuando a interessare in queste ore le regioni centro meridionali. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione ha emesso un'allerta meteo che prevede a partire dalla mattinata di sabato 21 novembre il persistere di venti forti e di burrasca su Sardegna, Emilia-Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e Campania.

L’allerta in Calabria

In Calabria, a partire dal primo pomeriggio di oggi, venti da forti a burrasca forte e precipitazioni diffuse, che localmente. Sulla base dei fenomeni previsti, il Dipartimento ha dunque valutato un'allerta rossa su gran parte del versante ionico della Calabria e arancione su parte della regione.

Bomba d'acqua a Crotone, disagi e allagamenti

leggi anche

Maltempo in Campania, prorogata a domani l’allerta per vento forte

Ma già in mattinata quasi duecento millimetri di pioggia caduta nel giro di poche ore, tra le 7 e le 8, hanno creato pesanti disagi e allagamenti a Crotone e nell'intero territorio provinciale. E per la città, in queste ore, è tornato l'incubo della devastante alluvione che il 14 ottobre del 1996 provocò sei vittime e danni per milioni di euro. Oltre 50 interventi sono stati attuati e altri cento attendono di essere evasi dalla prima mattina di oggi dai vigili del fuoco del Comando provinciale di Crotone che hanno risposto a chiamate per allagamenti e operazioni di soccorso a persone rimaste bloccate nelle auto o nelle abitazioni situate ai piani terreni o seminterrati.

Disagi in tutta la zona

Per fronteggiare l'emergenza è stato prolungato a 24 ore il turno di servizio delle unità già presenti e inviate ulteriori unità e mezzi dal comando di Catanzaro. Al momento non risultano danni a persone o dispersi. Disagi sulla strada statale 106 ingresso sud per il fiume d'acqua che sta interessando la sede di ingresso sud della città. Allagati sia il centro abitato della città, con le principali strada (via Mario Nicoletta, via Crea, via XXV aprile), che le periferie di Tufolo, Farina, Trafinello, Margherita. Sotterranei invasi dall'acqua arrivata violenta dai canali che dovevano servire allo scolo delle piogge già ingrossati dalla pioggia caduta altrettanto abbondante nella notte. Le vie di alcune zone della città, che si trovano al di sotto del livello del mare come il quartiere Marinella, sono diventate dei fiumi di acqua, fango e detriti che hanno letteralmente sommerso tutte le auto in sosta ed allagato garage e magazzini. Tanti i negozi, chiusi in questo periodo a causa del lockdown, sommersi dall'acqua e con la merce praticamente distrutta nelle vie principali.

Danni su rete ferroviaria Calabria, cancellati treni

vedi anche

Crotone, donna intrappolata salvata da elicottero della GdF. VIDEO

Anche la linea ferroviaria ionica ha subito notevoli danni a causa dell'ondata di maltempo che ha investito, in particolare, la fascia del Crotonese. I danni sono stati causati da numerose esondazioni di corsi d'acqua. Per questo, durante tutta la giornata, sono state attivate le operazioni di ripristino nonostante le condizioni meteorologiche proibitive. Il traffico sospeso ha portato alla cancellazione di diversi treni, con servizio sostitutivo attraverso i bus sulla linea tra Sibari e Catanzaro.

Strade allagate a Crotone dopo un forte nubrifagio che si è abbattuto sulla città, 21 novembre 2020. +++ TWITTER ++++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY +++
©Ansa

Una voragine in centro a Isola Capo Rizzuto

approfondimento

Maltempo, nubifragi in Calabria, neve in Molise. FOTO

Problemi anche in provincia. Ad Isola Capo Rizzuto si è riaperta una voragine in pieno centro abitato, in piazza Aldo Moro. Difficoltà anche nel percorrere la statale 106. Alcuni agenti della polizia Stradale hanno tratto in salvo delle persone rimaste bloccate in auto sulla statale all'altezza di Strongoli dopo che l'acqua ha invaso la carreggiata. Il sindaco di Crotone Vincenzo Voce ha riunito in seduta permanente il Centro operativo comunale di protezione civile che sta monitorando la situazione in contatto costante con Prefettura, Protezione civile e Vigili del fuoco. Si sta valutando anche se far disputare la gara Crotone-Lazio in programma alle 15 di oggi. Al momento non si registrano feriti ma la situazione meteo in queste ore è destinata a peggiorare per cui è stato rinnovato l'invito a tutti i cittadini di restare a casa per motivi di sicurezza, ma anche per non ostacolare il lavoro delle squadre di soccorso che sono tutte impegnate sul territorio. Stretta sorveglianza a Crotone per il fiume Esaro la cui esondazione nel 1996 provocò la morte di sei persone. Allo stato il livello del corso d'acqua non ha raggiunto la soglia massima ed è sotto controllo.

Disagi per i collegamenti nel golfo di Napoli

Il maltempo che colpisce da ieri sera la Campania sta provocando lo stop della maggioranza dei collegamenti marittimi per le isole Per i forti venti da nord est, che in nottata hanno raggiunto punte di 80 chilometri all'ora, ed il mare mosso sono sospesi i collegamenti con mezzi veloci da e per i porti di Ischia, Casamicciola e Procida mentre le navi traghetto stanno assicurando pochissimi collegamenti, in partenza soprattutto da Pozzuoli. Incertezza per la ripresa dei collegamenti per le prossime ore, considerando che le previsioni meteo restano ancora sfavorevoli.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24