Maltempo in Campania, prorogata a domani l’allerta per vento forte

Campania

L'avviso resterà in vigore fino alle 18 di domenica sera. Danni e disagi nel Casertano, con alberi sradicati e cartelloni pubblicitari divelti. Collegamenti difficoltosi nel Golfo di Napoli

Il maltempo continua a investire la Campania, tanto da indurre la Protezione Civile regionale a prorogare l'avviso di allerta meteo per vento forte o molto forte con conseguente mare agitato fino alle 18 di domenica sera. Si prevedono correnti da nord-est che potrebbero generare raffiche di vento sull'intero territorio regionale e possibili mareggiate lungo le coste esposte. (PREVISIONI METEO IN ITALIA - METEO A NAPOLI - MALTEMPO AL SUD)

A Napoli il vento sdradica copertura basilica Santa Chiara

Le forti raffiche di vento a Napoli hanno sradicato una parte della copertura in rame della basilica di Santa Chiara, nel centro storico della città. La tettoia in parte è crollata nel piazzale antistante la chiesa e in parte è rimasta pericolosamente pendente lungo il perimetro.

Interrotta tratta della Circumvesuviana 

Da questa mattina particolari disagi si stanno verificando sulla Circumvesuviana, dove risulta interrotta la circolazione ferroviaria della linea Napoli-Baiano tra le stazioni di Nola (Napoli) e Baiano (Avellino). Di conseguenza, avvisa l'Ente autonomo Volturno, “i treni in partenza da Napoli termineranno la corsa a Nola”. L'Eav informa inoltre che “tra le stazioni di Nola e Baiano è istituito un servizio sostitutivo con bus”. Nel capoluogo campano, oggi resteranno chiusi tutti i parchi cittadini e i cimiteri. 

Vento forte e danni nel Casertano

Danni si registrano nel Casertano, dove il forte vento ha sradicato diversi alberi e divelto cartelloni pubblicitari e porzioni di tetti. Decine le richieste di intervento ai vigili del fuoco del comando provinciale di Caserta e dei distaccamenti sparsi sul territorio, anche in abitazioni danneggiate. A Santa Maria Capua Vetere, alcuni pannelli si sono staccati dall'Arco di Adriano, dove erano stati posizionati per lavori di ristrutturazione, precipitando in strada. Anche alcuni lampioni sono stati quasi abbattuti. A Caserta, insieme a alberi e a qualche palo della luce, si è staccata ed è volata da uno stabile del rione Vanvitelli, popoloso quartiere del centro città, una grossa porzione di tetto, che si è schiantata sull'asfalto colpendo un'auto. Anche ad Aversa ci sono numerosi alberi e cartelloni pubblicitari caduti, come nei comuni del circondario, dove nei giorni scorsi le piogge avevano provocato anche numerosi allagamenti.

La situazione a Napoli

I forti venti, che in nottata hanno raggiunto punte di 80 chilometri all'ora, hanno causato anche lo stop della maggior parte dei collegamenti marittimi con mezzi veloci da e per i porti di Ischia, Casamicciola e Procida mentre le navi traghetto stanno assicurando pochissimi collegamenti, in partenza soprattutto da Pozzuoli. Incertezza per la ripresa dei collegamenti per le prossime ore, considerando che le previsioni meteo restano ancora sfavorevoli. 

Tragedia sfiorata, invece, a Napoli, nel quartiere Fuorigrotta, dove un albero di grosse dimensioni si è abbattuto su un marciapiede all'altezza del civico 125 di via Giulio Cesare. Secondo alcuni residenti, già alcune ore prima di crollare l'albero appariva piegato. Sul posto la polizia di Stato. Il fusto e i rami ingombrano anche parte della carreggiata. A causa dell'allerta meteo inoltre domani in città resteranno chiusi i i parchi e i cimiteri cittadini. Il Comune di Napoli raccomanda di limitare gli spostamenti solo in caso di necessità come già previsto, del resto, dalle attuali prescrizioni per la zona rossa.

Danni anche nell'area flegrea dove il vento ha sradicato alberi, divelto guaine di impermeabilizzazione e lamiere di copertura, provocato il distacco di lampioni ed antenne dai sostegni. Il 'grecale' ha colpito soprattutto il quartiere di Toiano ad Arco Felice con alberi di medio fusto abbattuti ed una serie di lamiere dei sottotetti dei manufatti popolari divelte e fatte ricadere in strada con gravi rischi per la pubblica incolumità. In altre zone della città si registra un gran numero di antenne tradizionali e paraboliche staccate dagli ancoraggi di balconi e tetti. A Monterusciello è caduto in un'area verde un albero di alto fusto. In via Campi Flegrei, tra Pozzuoli ed Arco Felice, le forti raffiche di vento hanno fatto crollare sulla strada una cancellata di confine, per fortuna senza danni a persone e cose. Danni si registrano anche in diversi parchi condominiali con crolli di divisori e di alberi nelle aree verdi. A Monte di Procida il sindaco ha interdetto l'accesso ad Acquamorta, causa il vento ed il mare agitato. A Bacoli il sindaco, Josi Gerardo Della Ragione, ha istituito un numero di pronto intervento per i cittadini in difficoltà e per chiedere aiuto al servizio reperibilità del comune. Lo stesso sindaco sta lavorando di concerto con i volontari della protezione civile per arginare le situazioni critiche in città. 

Bufere vento in provincia di Salerno, danni a Sarno

Forti raffiche di vento, dalla scorsa notte, stanno sferzando anche la provincia di Salerno, provocando danni e disagi in vari comuni. I problemi principali si registrano nell'Agro Nocerino Sarnese e, in particolare, nel comune di Sarno. "Siamo in continua emergenza su tutti i fronti", ha annunciato il sindaco Giuseppe Canfora, invitando "tutti ad evitare spostamenti se non in casi strettamente necessari". Nella notte, infatti, il vento ha provocato la caduta di alberi in diverse zone della città. Paura anche all'ospedale dove le raffiche hanno 'accartocciato' la tenda pre-triage e spostato un container che, per poco, non si è ribaltato. 

Napoli: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24