Covid: la mappa delle regioni in zona rossa, arancione e gialla secondo il nuovo Dpcm

Cronaca

Quattro Regioni e una Provincia autonoma in zona rossa, sette in zona arancione, le restanti in zona gialla. Sono le tre fasce in cui l'Italia, fino al 3 dicembre, è divisa a seconda del livello di rischio legato al Covid e alla tenuta sanitaria. A ciascun "colore" è affidato un pacchetto di misure ad hoc

Quattro Regioni e una Provincia autonoma in zona rossa, sette in zona arancione, le restanti in zona gialla. Sono le tre fasce in cui l'Italia, fino al 3 dicembre, è divisa a seconda del livello di rischio legato al Covid e alla tenuta sanitaria. A ciascun "colore" è affidato un pacchetto di misure ad hoc: la zona rossa prevede di fatto un lockdown. In tutto il Paese il divieto di mobilità scatta alle 22.

Le Regioni e Province autonome inserite in zona rossa, arancione e gialla
Le Regioni e Province autonome inserite in zona rossa, arancione e gialla

Quali sono le regioni rosse

approfondimento

Covid, le misure per le zone rosse: cosa si può fare e cosa no

In Lombardia, Piemonte, Calabria, Valle d'Aosta e Provincia autonoma di Bolzano sono in vigore le misure più restrittive previste dal Dpcm. L'uscita di casa va motivata; sono chiusi bar, ristoranti, molti negozi; la Dad è prevista dalla seconda media in poi. È vietato spostarsi da un Comune all'altro, nonché uscire o entrare nella Regione. Torna l'autocertificazione anche per gli spostamenti all'interno di una città.

Quali sono le regioni arancioni

approfondimento

Covid, misure per le zone arancioni: cosa si può fare e cosa no

Sono Puglia, Sicilia, Abruzzo, Liguria, Umbria, Toscana e Basilicata. I ristoranti e bar restano chiusi per tutta la giornata; i negozi rimangono aperti; la Dad è prevista solo alle superiori. La circolazione all'interno di un Comune è permessa ma non lo è lasciare il proprio Comune di residenza, domicilio o abitazione. È vietato entrare o uscire dalla Regione.

Quali sono le regioni gialle

approfondimento

Covid, le misure per le zone gialle: cosa si può fare e cosa no

Sono Veneto, Provincia autonoma di Trento, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Sardegna, Marche, Molise, Lazio e Campania. In queste Regioni vigono le misure restrittive più 'morbide' previste dal Dpcm. I ristoranti e i bar sono aperti fino alle 18; i negozi restano aperti fino a orario di chiusura; i centri commerciali sono chiusi nei weekend. È possibile spostarsi all'interno della Regione e da una Regione gialla all'altra.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.