Coronavirus Italia, bollettino 13 ottobre: 5.901 nuovi casi su 112.544 tamponi

Cronaca
©Ansa

Secondo i dati del ministero della Salute i ricoverati in terapia intensiva salgono a 512, 62 in più rispetto al 12 ottobre. Le vittime sono 41, per un totale di 36.246. I casi totali, compresi morti e guariti, arrivano a 365.467 

Aumentano i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia in 24 ore: sono 5.901 (ieri 4.619). Aumentano però anche i tamponi effettuati: sono 112.544 contro gli 85.442 del giorno precedente. È questo il quadro che emerge dal bollettino del ministero della Salute del 13 ottobre (AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE - CONTE: "NON ABBASSARE L'ATTENZIONE"). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 514, 62 in più rispetto al 12 ottobre.

Vittime, guariti e tamponi

approfondimento

Coronavirus, dal primo caso ai contagi: le tappe. FOTO

In Italia, dall'inizio della pandemia, le persone risultate positive al Coronavirus, compresi guariti e deceduti, sono 365.467. Le vittime, in totale, sono 36.246, con 41 decessi nelle ultime 24 ore. I guariti, sempre nelle ultime 24 ore, sono 1.428, per un totale di 242.028. I ricoverati con sintomi sono 5.076 (+255). Sono invece 81.603 le persone in isolamento domiciliare (+4.112). I tamponi sono in tutto 12.762.699, in aumento di 112.544 rispetto all'11 ottobre. I casi testati sono finora 7.722.319, al netto di quanti tamponi abbiano fatto. La regione Calabria comunica che dei 44 nuovi casi positivi di oggi, 4 sono migranti. La regione Emilia Romagna, invece, comunica il seguente ricalcolo: in seguito a verifica sui dati comunicati nei giorni passati, sono stati eliminati 3 casi in quanto giudicati non casi Covid-19; si corregge pertanto il numero dei casi comunicato ieri: n. corretto 38.015. 

I contagiati nelle regioni

approfondimento

Covid, dalle feste in casa agli stadi: le misure del Dpcm di ottobre

Nel dettaglio, secondo i dati diffusi dal ministero della Salute, le persone attualmente positive sono:

 

14.256 in Lombardia

5.965 in Piemonte

6.876 in Emilia-Romagna

6.655 in Veneto

10.637 nel Lazio

11.778 in Campania

6.917 in Toscana

2.923 in Liguria

3.998 in Puglia

4.877 in Sicilia

1.395 nelle Marche

685 nella Provincia autonoma di Trento

1.404 in Friuli Venezia Giulia

1.679 in Abruzzo

2.900 in Sardegna

994 nella Provincia autonoma di Bolzano

1.491 in Umbria

798 in Calabria

258 in Valle d’Aosta

497 in Basilicata

210 in Molise.

Le vittime

Quanto alle vittime, se ne registrano:

 

16.994 in Lombardia (+6)

4.183 in Piemonte (+3)

4.498 in Emilia-Romagna (+2)

2.226 in Veneto (+7)

989 nel Lazio (+5)

485 in Campania (+6)

1.181 in Toscana (+1)

1.622 in Liguria (+1)

616 in Puglia (+2)

341 in Sicilia (+2)

992 nelle Marche

411 nella Provincia autonoma di Trento (+2)

356 in Friuli Venezia Giulia

488 in Abruzzo 

168 in Sardegna (+2)

293 nella Provincia autonoma di Bolzano

90 in Umbria 

104 in Calabria 

146 in Valle d'Aosta

37 in Basilicata (+2)

26 in Molise.

Cronaca: i più letti