Covid, già 75 le scuole chiuse e oltre 470 con contagi. La situazione regione per regione

Cronaca
©Fotogramma
Milano - Primo giorno di corsi di recupero nelle scuole milanesi , con le misure di sicurezza per il contenimento del contagio del Coronavirus Covid-19, mascherine e disinfettante Nella foto il Liceo Leonardo Da Vinci (Stefano De Grandis/Fotogramma, Milano - 2020-09-01) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate

I dati arrivano da un database e da una mappa ideati da un giovane ricercatore e uno studente universitario - Vittorio Nicoletta e Lorenzo Ruffino - che hanno raccolto, dalla riapertura degli istituti, notizie e ordinanze dei sindaci. Le regioni più colpite sono la Lombardia, l'Emilia Romagna e la Toscana

Sono già 75 le scuole chiuse e più di 470 quelle in cui si è verificato almeno un caso di Covid-19 in questo inizio di anno scolastico.

La mappa delle chiusure

In cima per scuole colpite ci sono la Lombardia, l'Emilia Romagna, la Toscana e il Lazio. I positivi al coronavirus nel 76% dei casi sono studenti, nel 13% docenti, il resto riguarda l’altro personale scolastico. In tutto in Italia ci sono 8mila istituti per 30mila plessi. I numeri arrivano da una mappa e da un database ideati da un giovane ricercatore e uno studente universitario -Vittorio Nicoletta e Lorenzo Ruffino - che hanno raccolto, dalla riapertura degli istituti, notizie e ordinanze dei sindaci. Nel periodo che va dal 14 al 23 settembre sono state rilevate notizie di Covid-19 in almeno 381 scuole. Il 24 settembre i casi segnalati sono stati 59, mentre il 25 ne sono stati segnalati altri 18. A Roma le scuole coinvolte sono una ventina, a Bologna una quindicina, a Milano sono 13. Tra le regioni le più colpite sono la Lombardia (oltre 90), l'Emilia Romagna (oltre 70), la Toscana (oltre 50). Ecco quali sono alcune delle ultime scuole in cui si sono verificati casi di coronavirus (AGGIORNAMENTI - SPECIALE).

Covid a scuola in Trentino Alto Adige

vedi anche

Covid, cosa serve per rientrare a scuola dopo le assenze: la circolare

In Trentino Alto Adige, sono stati accertati casi Covid in alcune scuole bolzanine, mentre l'Istituto Gandhi a Merano, dove sono stati riscontrati cinque positivi, è stato chiuso per 15 giorni. Sono stati registrati cinque nuovi casi di positività anche in alcuni istituti in lingua italiana di Bolzano al liceo classico Carducci, al liceo scientifico Torricelli, all'Ite Cesare Battisti, alla scuola primaria Longon di Bolzano e alla scuola dell'infanzia Casa del Bosco. A Bolzano gli allievi, gli studenti e le studentesse delle classi interessate sono in quarantena preventiva e in attesa di comunicazione dell'Azienda sanitaria per effettuare il tampone. Le aule e le zone interessate saranno sanificate nel più breve tempo possibile. In alcune classi è già stata attivata la didattica digitale integrata come prevista dal piano digitale d’istituto. Nei giorni scorsi a Bolzano un caso di positività è stato riscontrato tra gli allievi della scuola primaria San Filippo Neri. La classe, nella quale si è registrato un caso, è stata sottoposta a quarantena preventiva.

Covid a scuola in Friuli Venezia Giulia

In Friuli Venezia Giulia, un alunno della scuola media "Divisione Julia" di Trieste è risultato positivo al coronavirus. I compagni di classe, 17 studenti e otto docenti sono stati posti in quarantena. Lo ha reso noto il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, attraverso un tweet. Ospite del programma 'Ring' sull'emittente locale Telequattro, Riccardi ha spiegato che è stato avviato il contact tracing su tutti i contatti. Sempre a Trieste nei giorni scorsi uno studente di prima all'Isis Nautico Galvani di Trieste è stato posto in isolamento fiduciario dopo essere risultato positivo al tampone. Con lui sono stati messi in isolamento anche i 18 compagni di classe e 8 professori.

Covid a scuola in Veneto

In Veneto, nei giorni scorsi, oltre 60 persone sono state messe in quarantena dopo che due studenti, in due istituti diversi nel Trevigiano, sono risultati positivi. Quarantena anche per due classi (compresi quattro insegnanti) di una Scuola dell'Infanzia del Distretto Conegliano dopo la positività di una bimba. Nel Veneziano, lo screening Covid-19 nelle scuole, nei giorni scorsi, ha fatto registrare 17 casi in 16 istituti coinvolti. Secondo l'Ulss 3 Serenissima sono risultati positivi 13 alunni e 3 operatori scolastici dislocati in altrettanti complessi scolastici. Una quarantina, tra studenti e insegnanti, sono stati sottoposti a quarantena, tra questi una sola intera classe.

Covid a scuola in Lombardia

In Lombardia, uno degli ultimi casi riguarda la scuola primaria di Vizzolo Predabissi, in provincia di Milano, sono risultati positivi al coronavirus due bambini nella stessa classe. Tutti i bambini della classe sono stati lasciati a casa e così anche la loro insegnante. Sono 33 i casi positivi e 435 le persone isolate dopo i controlli fatti dall'Ats (ex Asl) Città Metropolitana di Milano dall'inizio della scuola al 20 settembre. Più precisamente, sono risultati positivi 27 studenti e sei operatori. Tre casi si sono registrati nel Lodigiano, 14 a Milano città e i restanti 16 in provincia. Fra gli isolati, 15 sono operatori e 420 studenti. L'Ats fornirà ogni martedì, a partire dal 29 settembre, bollettini settimanali con i dati della settimana precedente.

Covid a scuola in Piemonte

leggi anche

Scuola, come seguire online la distribuzione di mascherine e gel

Secondo dati diffusi lo scorso 23 settembre, sono 24 i casi di positività tra studenti e operatori scolastici riscontrati in Piemonte dalla ripresa delle lezioni agli hotspot regionali dedicati alla scuola. Tra i nuovi casi, due sono in provincia di Cuneo, nel Monregalese. Si tratta di uno studente delle superiori e uno delle medie di Mondovì, dove nei giorni scorsi era risultata positiva l'operatrice di un asilo nido comunale. Tra i nuovi casi di positività anche quello di uno studente delle superiori di Valenza, nell'Alessandrino. In questo caso, però, il contagio sarebbe avvenuto fuori scuola e il ragazzo avrebbe avvisato l'istituto ancora prima di sottoporsi al tampone.

Covid a scuola in Emilia Romagna

In Emilia Romagna casi di positività al coronavirus si sono registrati in diverse scuole reggiane. Si tratta di un'alunna di una scuola primaria di Reggio Emilia, un'alunna della scuola secondaria di primo grado di Rolo e due nell'istituto di Novellara, A Reggiolo, dove in una prima media dell'istituto comprensivo è risultato positivo un compagno di uno dei cinque fratelli contagiati nei giorni scorsi per un focolaio familiare, l'intera classe resterà a casa almeno fino al 2 ottobre. Nei giorni scorsi si sono registrati casi di Covid-19 anche in scuole nel Modenese, a Bologna (14 gli istituti coinvolti) e a Cesena.

Covid a scuola in Toscana

Sono complessivamente otto le positività al Covid riscontrate, al 20 settembre, nelle scuole del territorio di Pisa, Lucca e Massa Carrara e attualmente gestite dall'Asl Toscana nord ovest che, con le strutture di Igiene e Sanità Pubblica dei vari territori insieme al personale scolastico e ai Comuni interessati, stanno effettuando le relative indagini epidemiologiche sui bambini e sul personale. Tra gli otto casi figurano tre studenti della provincia di Pisa, tre a Lucca e un insegnante e un autista di scuolabus a Massa Carrara. Una maestra risultata positiva anche nell'Aretino.

Covid a scuola in Abruzzo

leggi anche

Rientro a scuola, cosa succede se un alunno o insegnante è positivo

Sono 16.763 i test sierologici eseguiti finora in Abruzzo sul personale scolastico, nell'ambito dello screening nazionale per contenere il contagio da Covid 19: sono 118 i test risultati positivi. Lo comunica l'assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, specificando che rispetto alla scorsa settimana si registra un incremento di 1.662 esami. I test risultati positivi sono stati: 32 nella Asl Avezzano-Sulmona-L'Aquila (+2), 37 nella Asl Lanciano-Vasto-Chieti (invariato), 31 nella Asl di Pescara (+8) e 18 nella Asl di Teramo (-1 per una rettifica). Per tutti sono scattati i protocolli di sicurezza e la contestuale presa in carico da parte del sistema sanitario regionale.

Covid a scuola nel Lazio

Nel Lazio diversi casi riguardano le scuole. Sei casi di Covid-19 sono stati accertati al liceo Orazio nel quartiere Monte Sacro a Roma. Secondo quanto si è appreso, si tratta di studenti che frequentano la stessa classe. Si stanno effettuando i tamponi ai loro contatti stretti. La Asl Roma 1 sta valutando le misure da mettere in atto, come la quarantena per la classe. Un caso di Covid-19 anche nell'istituto Falcone e Borsellino, si tratta di un alunno delle medie. L'Asl ha disposto l'immediata messa in stato di quarantena di due classi. Due contagi sono stati individuati anche all'istituto Fratelli Bandiera, in zona piazza Bologna a Roma. Si tratterebbe di due insegnanti di cui una non aveva ancora preso servizio. Positiva anche una studentessa del liceo Leonardo da Vinci di Maccarese, nel comune di Fiumicino. Infine il liceo dell'istituto De Merode, a Roma, è stato chiuso fino all'1 ottobre dopo un caso di positività tra gli studenti.

Covid a scuola in Puglia

In Puglia, il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci ha firmato un'ordinanza che dispone il posticipo al 7 ottobre dell'attività scolastica dell'istituto comprensivo Renato Frascolla, dopo che un docente è risultato positivo al Covid-19. Questo per consentire il regolare periodo di isolamento fiduciario previsto a carico di tutto il personale venuto in contatto con l'insegnante. E' stato anche deciso un nuovo ciclo di sanificazione di tutti gli ambienti interessati.

Covid a scuola in Calabria

Trenta bambini di un asilo privato di Cosenza, dove una maestra è risultata positiva al coronavirus, sono stati sottoposti a tamponi. Test anche per le famiglie. Intanto, molti genitori hanno annunciato eventuali azioni legali da intraprendere nei confronti della direzione della scuola materna privata. Lamentano, stando a quanto hanno riferito, "una mancata attenzione da parte della responsabile dell’asilo”.

Covid a scuola in Sicilia

A Palermo sono già stati chiusi sette asili nido dall’inizio dell’anno per sospetti casi di Covid. Si tratta delle scuole Allodola, Melograno, Filastrocca, sezione dell’infanzia comunale Rosolino Pilo, Braccio di Ferro, Il Faro e Peter Pan. Il sindaco di Piana degli Albanesi, in provincia di Palermo, ha chiuso le scuole dopo che è stato registrato un caso positivo. Stessa decisione per l’asilo e per la materna a Villafrati, sempre nel Palermitano. A Catania, casi di Covid-19 si sono verificati al liceo Cutelli, all’istituto Livio Tempesta e al convitto Cutelli. Alcune classi e personale scolastico sono stati posti in quarantena.

Cronaca: i più letti