Ponte di Genova, comincia il collaudo statico: potrà durare fino a 6 giorni

Cronaca
©Ansa

Le operazioni arriveranno ad impiegare fino a 54 autoarticolati. Si comincia con l'assestamento dell'impalcato, poi test sulla sua capacità di 'torsione' e prove di frenatura

È iniziato il collaudo statico del nuovo Ponte di Genova (FOTO). Sul nuovo viadotto sul Polcevera si sono dapprima mossi otto camion, che sono entrati sul ponte dal lato di levante, sulla carreggiata a sud, e hanno poi fatto marcia indietro, per proseguire con alcune manovre sulla nuova struttura. Le operazioni arriveranno ad impiegare fino a 54 autoarticolati, oltre ai 4 moduli spmt (veicoli piattaforma per il trasporto di oggetti voluminosi) per le prove sulla rampa di innesto con l'autostrada A7. Secondo le attese, i test potranno durare fino a 6 giorni (LE TAPPE DELLA RICOSTRUZIONE DEL PONTE).

Cosa prevede il collaudo

approfondimento

Ponte Genova, cosa succede e cosa farà il governo con Aspi

Le prove di carico sono iniziate intorno alle 8 di oggi, 19 luglio, con la "fase zero": un primo transito in 'formazione serrata' dei tir a marcia lenta, per permettere l'assestamento strutturale dell'impalcato. Poi alcuni mezzi percorreranno, sempre a marcia lenta, le carreggiate nord e sud per testare la capacità di 'torsione' dell'impalcato. Infine è prevista la prova di frenatura: i mezzi 'pianteranno' i freni contemporaneamente in un punto definito per testare la capacità del ponte di sopportare grandi pesi in 'orizzontale'. Dopo questa fase, ci sarà una pausa per portare sul ponte altri mezzi: nel pomeriggio sono previste le prime prove statiche. Per il ponte vengono usati autoarticolati, mentre per la rampa di levante vengono utilizzati i carrelli telecomandati.

Cronaca: i più letti