Budrio, investito sul monopattino elettrico: muore 60enne, prima vittima in Italia

Cronaca
©Ansa

L'uomo ha perso la vita nel Bolognese, dopo essersi scontrato con una utilitaria. Indagini in corso: forse il mezzo non poteva circolare su quella strada. L’autista della macchina è indagata per omicidio stradale. Il sindaco: “Incidente assurdo, serve una regolamentazione più chiara”

In Italia c’è stato il primo incidente stradale che ha provocato la morte di un uomo a bordo di un monopattino. Un 60enne è deceduto oggi all’ospedale Maggiore di Bologna dopo che ieri, 11 giugno, è rimasto coinvolto in uno scontro a Budrio, nel Bolognese. L’uomo era alla guida del suo monopattino elettrico - forse su una strada su cui non poteva circolare - quando si è scontrato con una utilitaria. La conducente dell’auto, 40 anni, è ora indagata per omicidio stradale. “È un incidente assurdo, serve una regolamentazione più chiara”, ha detto il sindaco di Budrio Maurizio Mazzanti.

L’incidente tra l’auto e il monopattino

L’incidente è avvenuto alle 8.30 di ieri mattina su via Zenzalino nord, all'incrocio con una rotatoria. L’uomo - impiegato, residente in una frazione di Molinella - è stato trasportato in gravi condizioni in ospedale ma oggi è deceduto. Il monopattino elettrico su cui viaggiava risultava omologato per la circolazione su strada e, a quanto si apprende, senza l'uso obbligatorio del casco. Stando ai primi accertamenti condotti dalla Polizia municipale, però, il mezzo non poteva circolare su una strada extraurbana dove non era presente una pista ciclabile. La donna che guidava la macchina risulta indagata per omicidio stradale. Gli agenti della Polizia municipale, nelle prossime ore, consegneranno tutti gli accertamenti al pm Bruno Fedeli della Procura di Bologna, che ha aperto un fascicolo.

Il sindaco di Budrio: “Servono regole chiare”

“È un incidente assurdo, tragico, che addolora l'intera comunità. È frutto di una normativa sbagliata e pericolosa”, ha detto il sindaco di Budrio Maurizio Mazzanti. “Circolano sempre più monopattini – ha aggiunto –, serve al più presto una regolamentazione chiara sull'uso di questi dispositivi. Occorre fare chiarezza e capire quali strade o quali percorsi sono adatti, per tutelare la sicurezza di chi sceglie di spostarsi con questi mezzi di ultima generazione e di chi usa la bici o l'auto”. Ha chiesto “regole chiare” per garantire "una maggiore sicurezza in strada" anche Mauro Sorbi, presidente dell'Osservatorio per l'educazione alla sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna. Dopo questo “primo incidente grave", ha detto, occorre riflettere e chiedere chiarimenti, a partire dall'uso di "una segnaletica dedicata, che indichi anche limiti di velocità", fino ai tratti dove è possibile usarli o sull'obbligo di "posizionare dispositivi luminosi" per segnalare i monopattini o altri dispositivi agli utenti della strada.

Il primo incidente mortale in Italia col monopattino

approfondimento

Monopattini elettrici a Milano: quali sono i servizi di sharing

Quello di Budrio è il primo incidente mortale in Italia che coinvolge un monopattino. A dirlo è l'osservatorio dell'Asaps (Associazione amici e sostenitori della polizia stradale): ha censito nel 2020 22 episodi che hanno visto il coinvolgimento di monopattini elettrici, equiparati alle biciclette dall'1 marzo scorso. Tra questi, 14 incidenti sono stati rilevati tra il 17 maggio e oggi, ovvero dall’inizio della Fase 2  dell'emergenza Covid-19 (AGGIORNAMENTI LIVE). “Negli ultimi giorni – ha spiegato l'Asaps – sono avvenuti incidenti a Roma, con una donna investita in piazza di Spagna; a Montegrotto Terme (Padova), con un monopattinista ubriaco alla guida e segnalato per guida in stato d'ebbrezza; ad Ivrea (Torino), per uno scontro contromano; a Leini (Torino), dove un ragazzino 11enne (la guida è inibita agli under 14) è stato investito; a Monza, dove un 34enne è caduto da solo procurandosi gravi ferite; a Parma, dove un monopattino guidato da un 47enne è stato investito sulle strisce; a Conselve (Padova), dove il coinvolto è un campione juniores di ciclismo; a Bergamo il 24 maggio, con un pirata della strada che ha travolto un 30enne alla guida di un monopattino; ancora ad Arco (Trento), dove un bimbo di 10 anni è rimasto ferito dopo aver urtato una autovettura”.

Cronaca: i più letti